Come la Prius, meglio della Prius

Città

Le aspettative erano alte: da un lato, una tecnologia che in città “si sente a casa”.

Dall’altro, un’auto che fra le viuzze del centro sguscia che è un piacere. Dall’incontro delle due, non poteva che scaturire qualcosa di unico; cosa che è puntualmente avvenuta.

Se si va di fretta, la Toyota Yaris Hybrid scatta da ferma con la sollecitudine che solo il motore elettrico è capace di garantire, aiutato dall’1.5 a benzina.

Se invece l’obiettivo è quello di consumare il meno possibile, basta alleggerire il carico sul gas per marciare in modalità elettrica e sfruttare al massimo il programma di guida “Eco mode”.

A dirla tutta, per coprire la distanza da un semaforo all’altro con la sola forza dei Volt, è meglio evitare l’orario di punta: le accelerazioni sono lente e la pazienza di chi va o torna dal lavoro non è mai abbastanza.

Per il resto, la Yaris si conferma il solito anti-stress urbano.

Parcheggiarla non è un problema: i 2 cm in più di lunghezza della Yaris Hybrid (ricavati per fare posto al modulo elettrico) non si sentono, mentre il raggio di sterzata ridotto consente di manovrare in un “fazzoletto”.

Il comfort? L’aggravio di peso ha imposto sospensioni più rigide: si spiega così qualche scossone sulle asperità più secche.

0
19/09/2012 16:00
19/09/2012 16:00
toyota, yaris, auto ibrida
I nostri rilevamenti
Gruppo caratteristicheCaratteristicaUnità di misuraValore

Tags: ibride ibride , Toyota Toyota , Yaris Yaris