Stabilità a prova di errore

Sicurezza

Nel capitolo Fuori città si era parlato di un certo dinamismo tra le curve, di una discreta reattività della Toyota Yaris Hybrid nel misto.

Qui è obbligatorio precisare che tale vivacità non mette in discussione nemmeno per un istante la sicurezza.

La stabilità e la prevedibilità delle reazioni sono stati obiettivi primari degli ingegneri del Sol Levante nella messa a punto della dinamica della vettura.

La si può provocare finché si vuole, ma il controllo elettronico di stabilità non concede nemmeno un grado di tolleranza al sovrasterzo.

Le correzioni sono sempre tempestive e, talvolta, paiono quasi preventive: basta un movimento rapido del volante per allertare i chip.

Data la mission della vettura, non si può che condividere questa impostazione. Che la Yaris (ibrida e non) tenga alla sicurezza è chiaro anche dalla dotazione e dal crash test Euro NCAP.

La prima è comprensiva dei classici sei airbag più quello per le ginocchia del guidatore, ma anche dell’ESP su tutta la gamma.

Il secondo ha messo in luce una protezione elevata sia per gli adulti sia per i bambini.

Non eccellenti, invece, gli spazi di frenata: da tutte e tre le velocità di riferimento - 50, 90 e 130 km/h - la giapponese fa registrare spazi di arresto leggermente superiori alla media, rispettivamente 10,2, 40,6 e 68,4 metri.

Non solo: il feeling del pedale risulta un po’ inficiato dall’interazione tra l’impianto frenante tradizionale e la funzione di ricarica delle batterie.

0
19/09/2012 16:13
19/09/2012 16:12
toyota, yaris, auto ibrida
I nostri rilevamenti
Gruppo caratteristicheCaratteristicaUnità di misuraValore

Tags: ibride ibride , Toyota Toyota , Yaris Yaris