Intro

Intro

Ricordate la V40 degli anni ’90? Dimenticatela.

Quella di queste pagine è tutt’altra cosa: non è la versione station wagon della berlina S40 (che si chiama V50), ma un modello a se stante.

Un progetto completamente nuovo con cui l’azienda di Göteborg spera di cogliere il successo laddove ha fallito con la C30: il segmento C premium.

Gli svedesi sono ripartiti proprio dagli errori commessi con la C30.

Primo, la carrozzeria solo a 3 porte: la V40 ne ha esclusivamente 5. Secondo: la prima dispone di un bagagliaio praticamente “simbolico”, la seconda ammicca a una piccola station wagon.

E se l’impostazione di base vi ricorda l’Audi A3 Sportback, allora avete capito tutto.

La rivale naturale della V40 è proprio la compatta dei quattro anelli in versione 5 porte (la nuova generazione arriverà a inizio 2013), anche se pure BMW serie 1 e Mercedes classe A potrebbero essere infastidite da questa scandinava disegnata in California e sviluppata con i capitali cinesi della Geely.

Investimenti importanti, come testimonia lo stuolo di dispositivi tecnologici che vigilano sul guidatore e su chi gli sta intorno.

Altruista come nessuna, la V40 è dotata, di serie, del primo airbag per il pedone: in caso di sinistro, non solo il cofano motore si alza, ma un cuscino sul parabrezza attutisce l’impatto.

0
11/09/2012 14:52
11/09/2012 14:52
volvo, v40, compatte
I nostri rilevamenti
Gruppo caratteristicheCaratteristicaUnità di misuraValore

Tags: compatte compatte , V40 V40 , Volvo Volvo