• pubblicato il 01-06-2015

Audi A1 Sportback 1.4 ULTRA, la prova su strada della piccola dei quattro anelli.

di Francesco Neri

La entry level della Casa dei quattro anelli consuma poco e vanta finiture di ottimo livello, ma il prezzo è alto.

PAGELLA
Città
7/10
Fuori città
8/10
Autostrada
7/10
Vita a bordo
7/10
Prezzo e costi
6/10
Sicurezza
8/10
VERDETTO
7.1/10
Verdetto

La A1 Sportback con il 1.4 TDI non è mai assetata ed è divertente da guidare, la qualità percepita è ottima ma l’equipaggiamento di serie è poco generoso e il prezzo è alto.

La Audi A1 Sportback si presenta con un look leggermente rivisto, con gruppi ottici più affilati a LED o Xeno (entrambi optional) che le conferiscono un’aria più tesa e spigolosa. La versione ULTRA che abbiamo provato è equipaggiata con un nuovo tre cilindri turbodiesel da 90 CV molto vivace che vanta buone prestazioni e bassi consumi. Da guidare è piacevole e, nella strada giusta, risulta divertente e mostra una vena sportiva. Le finiture e i materiali sono di un buon livello e questo la pone decisamente nella zona “premium” del segmento, ma la dotazione di serie non è molto ricca e per portarsi a casa una vettura ben equipaggiata bisogna allontanarsi parecchio dal prezzo di listino.

Città 7 /10

La piccola A1 in città si muove bene: lo sterzo è leggero, la visibilità buona e la frizione è morbida da azionare. Le sue dimensioni ridotte (175 cm di larghezza, 143 di altezza e 397 di lunghezza) la rendono agile e facilmente parcheggiabile nella giungla urbana. Il 1.4 da 90 CV e 230 Nm di coppia gode di un notevole spunto ai bassi regimi e offre una certa prontezza e vivacità. Stando sotto la soglia dei 2.500 giri/min il motore è scattante e silenzioso e le vibrazioni sono abbastanza ridotte; superando quella soglia, però, la sonorità del tre cilindri si fa sentire e il motore rimane senza fiato già a 3.000 giri.

Ottimo il lavoro fatto sugli ammortizzatori, che assorbono bene le buche e le imperfezioni senza risultare troppo molli.

Fuori città 8 /10
lo sterzo è più comunicativo e diretto di quello di tante altre Audi più grosse

Sulle strade extraurbane la piccola Audi dà il meglio di sé. Nella versione “ULTRA” e con i cerchi da 16’’, la A1 non pretende certo di essere una sportiva: lo 0-100 Km/h in 11,6 secondi e i 182 Km/h di velocità massima non la rendono un fulmine, ma lo sterzo è più comunicativo e diretto di quello di tante altre Audi più grosse e costose e il telaio è ben bilanciato e disponibile al sovrasterzo se provocato alzando il gas in curva. L’assetto è un giusto compromesso tra comfort e sportività: il telaio è reattivo e l’auto non soffre mai di un eccessivo rollio, e soprattutto infonde tanta sicurezza anche nella guida sportiva. L’impianto frenante è potente e il pedale è ben modulabile e offre una buona resistenza.

Anche il cambio manuale a 5 marce è piacevole da usare, i rapporti sono un po’ lunghi, ma la corsa è abbastanza corta e gli innesti sono precisi e offrono una bella sensazione meccanica.

Autostrada 7 /10
Il comfort è buono e il motore è abbastanza silenzioso

L’autostrada non è certo l’habitat naturale per un segmento B, soprattutto se il cambio ha solo 5 rapporti. Nonostante questo il comfort è buono e il motore è abbastanza silenzioso; anche i fruscii aerodinamici sono piuttosto ridotti. I consumi che abbiamo rilevato a 130 km/h è di quasi 18 Km con un litro di carburante e il serbatoio da 45 litri offre un’elevata autonomia.

Vita a bordo 7 /10
La posizione di guida giusta si trova facilmente anche se si è più alti della media

Gli interni della A1 sono indubbiamente di ottima qualità, come ci si aspetta d’altronde da una vettura premium. Le plastiche sono morbide e il cruscotto non presenta scricchiolii; solo qualche dettaglio risulta poco curato, come la zona del freno a mano, ma considerando il segmento le finiture sono di ottimo livello.

La posizione di guida giusta si trova facilmente anche se si è più alti della media, i sedili sono comodi e tutti i comandi sono posizionati perfettamente, a cominciare dallo sterzo in posizione verticale e con una bella corona spessa da impugnare. I passeggeri posteriori, invece, sono un po’ sacrificati anche se più bassi di 180 cm. Anche il bagagliaio di 270 dm³ non offre molto spazio.

Il sistema di infotainment funziona bene ed è facile da usare; peccato solo che bisogna utilizzare una rotella posta sotto di esso, piuttosto che un touch screen o la “classica” rotella Audi posizionata vicino al cambio.

Da sottolineare la mancanza di presa AUX e USB di serie, ormai presenti anche nel segmento A.

Prezzo e costi 6 /10
La qualità costruttiva e il piacere di guida giustificano parte del prezzo

Sul fronte costi, la A1 non è cara da mantenere: il 1.4 TDI risulta poco assetato in qualsiasi situazione, anche andando forte, e la cavalleria contenuta vi permette di risparmiare sul bollo. Il prezzo d’acquisto, invece, è piuttosto salato: la versione ULTRA 1.4 TDI parte da un prezzo base di 21.050 €, e con qualche accessorio si possono superare tranquillamente i 25.000 €. Non è sicuramente economica, ma la qualità costruttiva e il piacere di guida giustificano sicuramente parte del prezzo.

Sicurezza 8 /10
L’auto risulta sempre stabile e il comportamento su strada è sicuro

La piccola della Casa degli anelli sfoggia le 5 stelle euro NCAP: di serie offre i canonici ABS, ESP, ASR, e airbags anteriori e posteriori; l’auto risulta sempre stabile e il comportamento su strada è sicuro e prevedibile.

I nostri rilevamenti
  • DIMENSIONI
  • Lunghezza
    397 cm
  • Larghezza
    175 cm
  • Altezza
    142 cm
  • Bagagliaio
    270/920 dm3
  • MOTORE
  • Cilindrata
    1422 cc
  • Trasmissione
    5 marce
  • Potenza
    90 CV a 3250 giri/min
  • Coppia
    230 Nm
  • Trasmissione
    Manuale
  • Trazione
    Anteriore
  • PRESTAZIONI
  • Velocità massima
    182 Km/h
  • Accelerazione 0-100 Km/h
    11,6 sec
  • Consumo medio
    3,4 l/100 km
  • Emissioni CO2
    91 (g/km)
Audi A1 Sportback 1.4 ULTRA, la prova su strada della piccola dei quattro anelli.

L'opinione dei lettori