Bilanciata con un buon telaio

Fuori città

Nel segmento delle berline (e delle familiari) di medie dimensioni, la serie 3 si distingue per la trazione posteriore e per altre soluzioni tecniche volte a migliorare il piacere di guida. In quest’ottica, progettando la Gran Turismo, i tecnici bavaresi si sono concentrati sul bilanciamento del telaio, che, infatti, vanta una perfetta distribuzione dei pesi, in misura 50:50 tra l’asse anteriore e quello posteriore.

Ciò si traduce in un notevole equilibrio, che migliora il comfort a tutte le andature e, naturalmente, anche il controllo dell’auto in velocità. In curva, la 320d GT scorre neutra senza sottosterzare troppo all’inizio e senza scomporsi con la coda in uscita (con l’ESP attivo). Il motore spinge deciso lungo tutto l’arco d’erogazione, ben assistito dal cambio a 8 marce, rapido e quasi sempre preciso (solo richiamando il pedale del gas in curva, si avverte un po’ d’esitazione tra la scelta del rapporto superiore e quello inferiore).

Anche l’accoppiata performance-consumi è eccellente: si va forte con un filo di gas e si sta sopra i 18 km/litro di media: quasi non si sente la necessità di tarare il selettore di guida sulla modalità Ecopro.

Volendo strafare, invece, basta premere il tasto Sport (per lo Sport Plus è meglio andare in pista), che migliora la risposta del motore e che interviene sui rapporti del cambio, alzando la cambiata fino alla soglia della zona rossa.

0
20/10/2013 14:38
21/10/2013 13:00
I nostri rilevamenti
Gruppo caratteristicheCaratteristicaUnità di misuraValore

Tags: berlina berlina , BMW BMW , serie 3 GT serie 3 GT