Prova su Strada

Citroën C4 Aircross 4WD, la prova della SUV francese

La cugina della Mitsubishi ASX è spaziosa e ben dotata

pagella

Città
6
/10
Fuori città
7
/10
Autostrada
7
/10
Vita a bordo
7
/10
Prezzo e costi
6
/10
Sicurezza
8
/10
verdetto
6.8
/10

La Citroën C4 Aircross meriterebbe più attenzione da parte del pubblico italiano: esistono rivali più silenziose su asfalto e più tecnologiche ma sono ben poche le concorrenti così spaziose in grado di abbinare un motore turbodiesel dalla cilindrata contenuta (1.6) alla trazione integrale.

La Citroën C4 Aircross – l’unica SUV presente nel listino della Casa francese – è un tipico esempio di “melting-pot” automobilistico. Dotata di passaporto francese ma prodotta in Giappone (in seguito ad un accordo con Mitsubishi), condivide tutto – tranne che il design – con la “cugina” ASX.

Ma non è tutto: il pianale della Sport Utility del Double Chevron è anche lo stesso della Outlander e ha oltretutto molti elementi in comune con quello della… Fiat Freemont (progettata ai tempi della partnership tra il marchio nipponico e la Chrysler).

Nella nostra prova su strada abbiamo avuto modo di testare la variante più lussuosa della Citroën C4 Aircross: la 4WD Exclusive. Scopriamo insieme i pregi e i difetti di una delle poche crossover a trazione integrale dotate di un motore turbodiesel (1.6) così piccolo.

Città

6
/10

La città non è l’habitat ideale della Citroën C4 Aircross: le sospensioni posteriori rispondono in modo troppo brusco sulle buche e il motore 1.6 turbodiesel HDi da 114 CV e 270 Nm di coppia, pur essendo molto elastico, non è un fulmine al semaforo (“0-100” in 11,6 secondi).

Nei parcheggi, invece, la SUV transalpina se la cava bene: merito dei sensori di parcheggio anteriori e posteriori, delle ampie superfici vetrate e delle utili protezioni in plastica grezza nella parte bassa della carrozzeria e intorno ai passaruota.

7
/10

Fuori città

La Citroën C4 Aircross 4WD della nostra prova su strada punta molto sul comfort: il motore 1.6 a gasolio ha una cilindrata contenuta che consente di risparmiare sull’assicurazione RC Auto, è pronto ai bassi regimi e non ama – giustamente – frequentare la zona rossa del contagiri e lo sterzo leggero non invoglia a fare le corse.

Il comportamento nelle curve è molto rassicurante e in fuoristrada si può contare su un sistema di trazione integrale con tre modalità regolabili attraverso una manopola: 2WD (anteriore), 4WD (integrale) e Lock (in caso di perdita di aderenza aumenta la coppia trasmessa alle ruote posteriori). Il cambio manuale a sei marce, invece, ha una leva che tende ad impuntarsi quando si guida in modo allegro.

Autostrada

7
/10

Fruscii aerodinamici alle alte velocità e qualche rombo di troppo in accelerazione: è nel comfort acustico che la Citroën C4 Aircross accusa il peso degli anni (è nata nel 2012 ma la “cugina” ASX risale al 2010). Comoda sulle superfici lisce, regala una grande sensazione di stabilità nei cambi di direzione.

Contraddistinta da freni che potrebbero essere più potenti, ha un’autonomia dichiarata di 1.200 km. Nella realtà per sfiorare quota 1.000 bisogna guidare con il piede leggerissimo.

Vita a bordo

7
/10

Il punto di forza della Citroën C4 Aircross 4WD della nostra prova su strada è indubbiamente lo spazio: in 4,34 metri di lunghezza i progettisti sono riusciti a ricavare tantissimi centimetri per le gambe dei passeggeri posteriori. I sedili troppo morbidi, però, possono dare fastidio dopo tanti chilometri.

La plancia – dal design datato – è realizzata con plastiche morbide e il bagagliaio (442 litri che diventano 1.193 quando si abbattono i sedili dietro) è adeguato alle esigenze di una coppia con un paio di figli.

6
/10

Prezzo e costi

La Citroën C4 Aircross 4WD Exclusive della nostra prova su strada ha un prezzo nella media della categoria (30.150 euro) e una dotazione di serie ricchissima: apertura porte e accensione senza chiave, appoggiagomito centrale posteriore con passaggio sci, cerchi in lega da 18”, climatizzatore automatico (purtroppo monozona), fari allo xeno, fendinebbia, radio CD MP3 Bluetooth USB con 6 altoparlanti, retrovisore interno elettrocromatico, retrovisori ripiegabili elettricamente, sensore luci, sensore pioggia, sensori di parcheggio anteriori e posteriori e vetri posteriori oscurati.

Le note negative arrivano dalla tenuta del valore (la SUV francese non sta avendo molto successo e questo ovviamente inciderà sulle quotazioni future) e dalla garanzia di soli due anni a chilometraggio illimitato (il minimo di legge, la cugina Mitsubishi ASX risponde con tre anni o 100.000 km). Capitolo consumi: il brand del Double Chevron dichiara percorrenze pari a 20,0 km/l, nella realtà con uno stile di guida moderato si riesce a stare sopra quota 15.

Sicurezza

8
/10

Alla Citroën C4 Aircross mancano tutti gli ultimi ritrovati della tecnologia ma la dotazione di sicurezza comprende tutto quello che serve: airbag frontali, laterali, a tendina e per le ginocchia e controlli di stabilità e trazione. Solo la frenata potrebbe essere più incisiva.

Sicura anche nelle curve prese ad alta velocità e caratterizzata da un rollio non esagerato, può inoltre vantare un’ottima visibilità in tutte le direzioni.

I nostri rilevamenti

Tecnica

Motoreturbodiesel, 4 cilindri in linea
Cilindrata1.560 cc
Potenza max/giri84 kW (114 CV) a 3.600 giri
Coppia max/giri270 Nm a 1.750 giri
OmologazioneEuro 6
Cambiomanuale a 6 marce
Trazioneanteriore + posteriore inseribile

Capacità

Bagagliaio442/1.193 litri
Serbatoio60 litri

Prestazioni e consumi

Velocità max180 km/h
Acc. 0-100 km/h11,6 s
Consumo urb./extra/misto17,9/21,3/20,0 km/l
Autonomia1.200 km
Emissioni CO2132 g/km

Costi d'utilizzo

Bollo216,72 euro
Prezzo 30.150 euro
I nostri rilevamenti
Cerchi in lega da 18"di serie
Cruise controldi serie
Fari allo xenodi serie
Fendinebbiadi serie
Navigatore satellitare1.950 euro
Retrovisori ripiegabili elettr.di serie
Sensore lucidi serie
Sensore pioggiadi serie
Sensori di parch. ant. e post.di serie
Vernice metallizzata650 euro
News

Come nasce una nuova Citroën

Carlo Bonzanigo, responsabile Concept Cars e Advanced Design del Centro Stile Citroën, si racconta in esclusiva