Prova su Strada

Dacia Sandero Stepway dCi, come va la piccola “low-cost” rumena

Spaziosa, poco costosa e ben dotata, non brilla nelle voci "piacere di guida" e "consumi"

pagella

Città
7
/10
Autostrada
6
/10
Fuori città
6
/10
Vita a bordo
8
/10
Prezzo e costi
8
/10
Sicurezza
6
/10
verdetto
6.8
/10

Come tutte le Dacia la Sandero Stepway si acquista perché costa poco e offre tanto. Il divario di prezzo che la separa dalle rivali dirette, però, non è così marcato come su altri modelli della Casa rumena.

Impossibile trovare in listino una piccola diesel meno cara della Dacia Sandero: persino la versione più lussuosa – la Stepway Prestige oggetto della nostra prova su strada – si porta a casa con poco più di 13.000 euro (13.300 per l’esattezza).

Assetto rialzato di 4 cm utile per affrontare le supertfici sconnesse e protezioni in plastica grezza che strizzano l’occhio al mondo delle SUV: sono queste le caratteristiche principali della variante “top di gamma” della “segmento B” low-cost rumena. Scopriamo insieme come va.

Città

7
/10

In città la Dacia Sandero Stepway si rivela un’ottima alternativa alle piccole SUV: ha una posizione di seduta rialzata che consente di dominare il traffico e può vantare una buona altezza da terra che permette di evitare di “grattare sotto” quando si superano ostacoli leggeri come gli scalini.

Per essere una “segmento B” è piuttosto ingombrante (4,08 metri) e questo, unito ai montanti posteriori voluminosi, al lunotto che potrebbe essere un po’ più ampio e all’assenza dei sensori di parcheggio (optional a 98 euro), non è di grande aiuto nelle manovre di posteggio.

Le sospensioni posteriori della Dacia Sandero Stepway rispondono in maniera un po’ secca sul pavé ma il motore 1.5 turbodiesel dCi da 90 CV, pronto sotto i 2.000 giri, offre una buona spinta nei momenti iniziali dello scatto da fermo.

Autostrada

6
/10

In autostrada la “segmento B” esteuropea offre un livello appena sufficiente di comfort: quando si viaggia a 130 km/h bisogna fare i conti con ammortizzatori che rispondono bruscamente quando incontrano una superficie sconnessa e con fruscii aerodinamici marcati.

A velocità da Codice soffre le folate di vento (per via dell’assetto rialzato) e si avverte l’assenza della sesta marcia. Le note positive arrivano però dai freni (potenti). Capitolo autonomia: secondo la Dacia la Sandero Stepway può percorrere 1.250 km con un pieno, con uno stile di guida normale si riescono a superare i 1.000 chilometri.

6
/10

Fuori città

Il piacere di guida non è il punto di forza della piccola rumena: nelle curve non è il massimo del divertimento (colpa del peso che sfiora i 1.200 kg e del baricentro elevato), lo sterzo è poco comunicativo e il cambio manuale a cinque marce ha una leva che si impunta quando si guida in modo vivace.

Il motore 1.5 turbodiesel dCi da 90 CV della Dacia Sandero Stepway, come abbiamo detto, è elastico, ricco di coppia (220 Nm) e ha un’erogazione lineare ma ha una cilindrata elevata (che non aiuta chi vuole risparmiare sull’assicurazione RC Auto) e non è vivace: 167 km/h di velocità massima e 11,8 secondi per accelerare da 0 a 100 chilometri orari.

Vita a bordo

8
/10

Un abitacolo spazioso per i passeggeri posteriori e un bagagliaio (320 litri che diventano 1.200 quando si abbattono i sedili dietro) adatto ad una famiglia giovane. Cosa si può chiedere di più ad una piccola? Finiture più curate (plancia realizzata con plastiche rigide, qualche leggera imprecisione negli assemblaggi e il volante non regolabile in profondità) e comandi più ergonomici: il clacson si trova sulla levetta alla sinistra del volante (come le auto francesi di una ventina d’anni fa), gli alzacristalli elettrici anteriori sono sulla consolle centrale e quelli posteriori addirittura dietro il freno a mano.

Ottimo in compenso il touchscreen che gestisce il Dacia Media Nav della Sandero Stepway: l’autoradio (con Bluetooth) e il navigatore  – entrambi offerti di serie – se la cavano egregiamente.

8
/10

Prezzo e costi

La Dacia Sandero Stepway dCi Prestige costa solo 13.300 euro: una cifra molto bassa in rapporto alla dotazione di serie ricchissima (alzacristalli elettrici anteriori e posteriori, autoradio con Bluetooth, barre sul tetto, climatizzatore manuale, cruise control, fendinebbia e navigatore satellitare). Le rivali dirette non costano molto di più ma sono meno dotate.

Garanzia ottima (tre anni o 100.000 km), tenuta del valore buona (è un’auto che sta piacendo), consumi migliorabili a causa del peso elevato e del baricentro alto: la Casa dichiara 25 chilometri con un litro ma rimanere sopra quota 20 è possibile solo adottando un’andatura “a pelo di gas”.

Sicurezza

6
/10

La dotazione di sicurezza della Dacia Sandero Stepway Prestige (che ha ottenuto solo quattro stelle nei crash test Euro NCAP) è ridotta al minimo indispensabile: airbag frontali e laterali, attacchi Isofix posteriori e controlli di stabilità e trazione.

Nelle curve prese a forte velocità si avverte un lieve rollio e una marcata tendenza ad allargare la traiettoria (i controlli elettronici intervengono però prontamente) e i freni perdono di incisività dopo un uso intenso. Buona la visibilità anteriore, migliorabile quella posteriore.

Scheda tecnica

Tecnica

Motoreturbodiesel
Cilindrata/disposizione1.461 cc/4 cilindri in linea
Potenza max/giri66 kW (90 CV) a 3.750 giri
Coppia max/giri220 Nm a 1.750 giri
OmologazioneEuro 5
Cambio/trazionemanuale a 5 marce/anteriore

Capacità

Bagagliaio320/1.200 litri
Serbatoio50 litri

Prestazioni e consumi

Velocità max167 km/h
Acc. 0-100 km/h11,8 secondi
Consumo urb./extra/misto21,7/27,0/25,0 km/l
Autonomia1.250 km
Emissioni CO2105 g/km

Costi d'utilizzo

Bollo170,28 euro
Prezzo 13.300 euro
Accessori
Alzacristalli elettrici post.di serie
Antifurto241 euro
Autoradio con Bluetoothdi serie
Climatizzatore manualedi serie
Cruise controldi serie
Fendinebbiadi serie
Navigatore satellitaredi serie
Ruota di scorta120 euro
Sensori di parcheggio98 euro
Vernice metallizzata500 euro
Auto Story

La storia delle piccole Dacia

Le regine del "low-cost"

Il mondo Dacia

Dacia Logan GPL (2010): pregi e difetti della low-cost rumena a gas

Dacia Logan 1.4 (2007): pregi e difetti della compatta rumena

Dacia Duster 1.5 dCi 90 CV, la prova su strada

Dacia Logan MCV 1.5 dCi 90 CV, la prova su strada

Dacia Duster 2014, la nostra prova su strada, neve e ghiaccio