• pubblicato il 22-02-2016

DS4 BlueHDI 180 CV Sport Chic, più glamour che sportiva

di Francesco Neri

Abbiamo guidato la DS4 nella versione top di gamma con motore diesel da 180 CV e cambio automatico e allestimento Sport&Chic

PAGELLA
Città
6/10
Fuori città
7/10
Autostrada
8/10
Vita a bordo
8/10
Prezzo e costi
6/10
Sicurezza
8/10
VERDETTO
7.1/10
Verdetto

La DS4 con questo restyling si discosta ulteriormente dalle sue “origini Citroën”, confermando la propria identità di compatta premium dal lusso tipicamente francese. Le finiture e i materiali sono di alto livello, l’equipaggiamento è buono, ma il prezzo è salato. Ottimo il motore 2.0 BlueHDI: potente e poco assetato.

In un panorama costellato di vetture compatte premium tedesche (Audi, BMW e Mercedes), e con qualche japp in arrivo (Infiniti), mancava giusto il tocco francese. La nuova DS4 spinge ancora di più sull’idea di lusso made in France, rinfrescando lo stile apportando alcune migliorie estetiche e tecniche.

Impossibile non notare la nuova mascherina e i nuovi gruppi ottici, modifiche estetiche precise e mirate che donato nuova vita alla DS4, che abbandona definitivamente il simbolo Citroën sfoggiando una calandra esagonale con marchio DS.

Lunga 428 cm, larga 181 e alta 153, la DS4 è una berlina compatta con tratti da coupé e un’accenno di monovolume. La Seduta è alta, ma la linea di profilo è affusolata; lo spazio per i passeggeri posteriori, di conseguenza, non è così ampio come ci si aspetta. Il bagagliaio da 384 litri, invece, è capiente ma paga un’altezza da terra elevata.

La DS4 della nostra prova è la versione top di gamma BlueHDI 180 CV S&S con cambio automatico EAT6 - di serie con questa motorizzazione. LA DS4 è disponibile anche con il cambio manuale nelle motorizzazioni 1.6 BlueHDI da 120 CV e 2.0 BlueHDI da 150 CV.

Città 6 /10

La DS4 non ha certo l’agilità di una citycar: è una delle berline più grandi del suo segmento (misura 428 cm di lunghezza, 181 cm in larghezza e153 in altezza) e la linea affusolata ne limita molto la visibilità posteriore, problema che si risolve in parte con telecamera posteriore e sensori di parcheggio.
Anche lo sterzo richiede un certo sforzo alle basse velocità, elemento che non aiuta a divincolarsi nel traffico. La visibilità anteriore, invece, è molto buona, aiutata da una seduta alta e dall’ampia vetrata. Comodi anche i sedili: morbidi e avvolgenti. Il cambio automatico EAT6 è piuttosto rapido nei cambi di marcia, sia in modalità automatica sia in manuale; manca però di dolcezza nell’attaccare la frizione. Il motore 2.0 BlueHDI è molto elastico e spinge con forza sin dai bassi regimi (la potenza massima è a 3.750 giri/min), caratteristiche molto apprezzate quando si viaggia nel traffico.

Fuori città 7 /10
"La nuova DS4 dà il meglio di sé fuori dalla città: non tanto nelle strade ricche di curve, quanto nei tragitti medio lunghi con tanti rettilinei"

La nuova DS4 dà il meglio di sé fuori dalla città: non tanto nelle strade ricche di curve, quanto nei tragitti medio lunghi con tanti rettilinei. In queste situazioni la DS4 macina chilometri con facilità e in totale relax, grazie anche ai comodi sedili (riscaldabili e massaggianti nella nostra vettura in prova) e all’ottima insonorizzazione dell’abitacolo. Lo sterzo è abbastanza pronto e comunicativo anche se poco progressivo, mentre il volante a quattro razze è un po’ troppo grosso. L’assetto invece è particolarmente riuscito: offre un’ottimo controllo dell’auto e lascia ben poco spazio al rollio, ma al contempo è morbido su buche e dossi.

La vettura della nostra prova è equipaggiata con i cerchi da 19”, decisamente estremi, anche se belli da vedere: meglio optare per i 18”. L’indole della DS4, in ogni caso, non ha particolari velleità sportive: l’auto è stabile e il posteriore non collabora volentieri nel chiudere la traiettoria, mentre il baricentro e la seduta alti sballottano il guidatore nella guida allegra. Il motore BlueHDI da 180 CV e 400 Nm di coppia, invece, tira come un treno ma rimane senza fiato in fretta. Il cambio automatico a variatore di coppia EAT6 a sei rapporti è sensibilmente migliorato nella velocità, anche se potrebbe essere più dolce.

Autostrada 8 /10
"l’insonorizzazione è ben curata e sia i fruscii sia la rumorosità del motore sono minimi"

La DS4 in autostrada non delude le aspettative da compatta lussuosa: l’insonorizzazione è ben curata e sia i fruscii sia la rumorosità del motore sono minimi. La nostra versione monta anche i sedili riscaldabili e massaggianti, un optional caro (da 1900 euro a 4.300 euro a seconda del tipo di sedile e di pelle) ma decisamente apprezzato su una vettura premium. Cruise control e limitatore di velocità sono naturalmente di serie.

Vita a bordo 8 /10

In un mondo di razionalità tedesca, gli interni della DS4 spiccano per design e inventiva. Il gusto francese si percepisce ovunque si posi l’occhio: la plancia presenta dettagli molto chic e glamour sia nella scelta dei materiali, sia negli abbinamenti cromatici. La pelle con cuciture a vista è molto bella, così come la trama a cinturino d’orologio dei sedili.

La strumentazione della DS4 è originale (si può cambiare anche la tonalità di blu di tachimetro e contagiri) ma a tratti è poco leggibile e i più alti avranno la vista intralciata dalla parte alta del volante. La seduta è rialzata tanto da sembrare di essere alla guida di una (bassa) monovolume; questo permette una buona visibilità ma è difficile trovare una posizione di guida “giusta”, anche per via del volante piuttosto orizzontale.
Lo spazio per i passeggeri risulta sufficiente per un lungo viaggio, ma c’è chi fa meglio.

Prezzo e costi 6 /10

La DS4 BlueHDi 180 Sport Chic con cambio automatico EAT6 ha un prezzo di listino di 32.450 euro, ma con qualche aggiunta si arriva a sfiorare i 40.000. Non è certo economica, ma il prezzo è in parte giustificato da un livello di finiture elevato e dall’allestimento ricco.
Buoni i consumi: la DS4 ha percorso circa 18 km/l nel ciclo combinato, più che onesti considerando la potenza e il peso non proprio piuma della vettura.

Sicurezza 8 /10

Il comportamento della DS4 è sempre sincero e prevedibile. L’auto è molto stabile e la tenuta di strada è assicurata da una generosa gommatura. I controlli elettronici sono sempre vigili e pronti nell’intervento. Buona anche la frenata.

I nostri rilevamenti
  • DIMENSIONI
  • Lunghezza
    428 cm
  • Larghezza
    181 cm
  • Altezza
    153 cm
  • Bagagliaio
    385 - 1021 dm3
  • MOTORE
  • Cilindrata
    1997 cc
  • Alimentazione
    Diesel
  • Potenza
    181 Cv a 3.750 giri
  • Coppia
    400 Nm
  • Trazione
    Anteriore
  • Trasmissione
    Automatico a 6 rapporti
  • PRESTAZIONI
  • 0-100 km/h
    8,7 Secondi
  • Velocità massima
    217 km/h
  • Consumi
    4,4 l/100 km
  • Emissioni
    115 g/km CO2
  • PREZZO
  • Prezzo
    32.450 Euro

TAG

DS4 BlueHDI 180 CV Sport Chic, più glamour che sportiva

L'opinione dei lettori