• pubblicato il 13-09-2015

DS5 BlueHDi 180 S&S EAT6 Sport Chic, la nostra prova su strada

di Francesco Neri

Nella nostra prova su strada abbiamo provato la DS5 BlueHDi 180 EAT6 con allestimento Sport Chic. Durante il nostro test l'auto si è dimostrata molto confortevole e piacevole da guidare, soprattutto sulle medie distanze. Buoni anche i consumi del 2.0 turbodiesel da 180 cv.

PAGELLA
Città
6/10
Fuori città
8/10
Autostrada
8/10
Vita a bordo
8/10
Prezzo e costi
7/10
Sicurezza
9/10
VERDETTO
7.6/10
Verdetto

La DS5 è una vettura che ama farsi notare, sfoggiando un look chic e futuristico che attira gli sguardi come poche altre. I suoi punti forti sono il comfort e la spiccata personalità, con un occhio puntato verso il piacere di guida e gli accessori tecnologici.

Nel segmento D - quello di AudiA4 e BMW serie3 - per intenderci –non si è mai vista un’auto audace come la DS5: la sua linea esotica esprime un mix unico di dinamismo e sportività, un ibrido tra una monovolume sportiva e una station wagon.

L’originalità del design prosegue anche negli interni, che vantano ottime finiture e molti accessori tecnologici come l’head up display, la retrocamera con sensori di parcheggio, sedili regolabili e tetto panoramico apribile in tre parti separate.

Città 6 /10

Le notevoli dimensioni della DS5 e la scarsa visibilità (soprattutto posteriore) non la rendono certo l’auto migliore per cercare parcheggi risicati o per infilarsi negli spiragli del traffico cittadino. Tuttavia, la seduta alta e i sensori di parcheggio – sia anteriori che posteriori – rendono l’auto decisamente più sfruttabile. Buono anche il bagagliaio da 468 litri, che diventano 1288 con i sedili ripiegati.

Fuori città 8 /10
Il motore ha abbastanza potenza e coppia per far scattare la DS5 ogni volta che seppellite il gas

La DS5 da fuori città si è dimostrata più agile di quanto ci aspettassimo, sfoderando delle doti dinamiche di tutto rispetto. Lo sterzo è vivo tra le mani e copia tutte le imperfezioni dell’asfalto  e offre un buon feedback, anche se non è molto diretto. Gli ammortizzatori invece gestiscono bene la massa della vettura e contengono egregiamente il rollio. Le gomme Pirelli Pilot Exalto da 235/45 su cerchi da 18 offrono un ottimo grip e una buona risposta in curva, ma penalizzano parzialmente il comfort.

La vettura risulta comunque molto stabile anche ad nella guida sportiva, e il motore ha abbastanza potenza e coppia per far scattare la DS5 ogni volta che seppellite il gas.

Il cambio automatico con variatore di coppia a sei marce lavora molto bene, non è veloce come un  doppia frizione, ma risponde in modo sufficientemente veloce sia in modalità manuale sia in automatica.

La DS5 scatta da 0 a 100 km/h in 9,9 secondi e raggiunge una velocità massima di 220 Km/h. I consumi dichiarati nel ciclo combinato sono di 4,3 litri/100 km.

Autostrada 8 /10

In autostrada l’ammiraglia DS viaggia consouplessee macina chilometri con facilità: l’insonorizzazione è buona e i frusci sono minimi. I sedili regolabili elettricamente sono ben imbottiti e avvolgenti, e sulla versione Sport Chic hanno anche la funzione massaggiante.

Di serie anche il cruise control con limitatore di velocità.

Vita a bordo 8 /10

L’abitacolo della DS5 è un bel posto in cui stare: il tetto panoramico diviso in tre parti separate rende gli interni più ariosi e luminosi, riflettendo la luce sulle plastiche lucide e sulle superfici metalliche.

Il design della plancia rispecchia quello degli esterni, futuristico e scolpito, quasi da navicella spaziale. I comandi del sistema di infotainment e del climatizzatore sono pensati molto bene: semplici da usare e comodi da raggiungere; lo schermo touch screen potrebbe essere più grande, soprattutto vista la dimensione della plancia. Belli e avveniristici anche i pulsanti dei finestrini e del tetto in stile aeronautico con finiture in metallo.

Bello anche il cruscotto, con contagiri e tachimetro completamente digitali.

La DS5 ha diversi vani porta oggetti molto capienti, anche se si sente la mancanza di uno spazio sul tunnel centrale per poter appoggiare il telefono. Non mancano le ormai “standard” prese aux e USB.

Prezzo e costi 7 /10

La DS5 2.0 BlueHDi 180 S&S EAT6 Sport Chic ha un prezzo di listino di 41.450 euro, il che la pone sembra ombra di dubbio nella fascia premium del segmento D. L’equipaggiamento di serie è molto ricco, i materiali sono ricercati e le finiture di ottimo livello, ma la qualità si fa pagare cara.

Il 2.0 turbodiesel invece è poco assetato, e riesce a percorrere 16 km con un litro effettivi nel misto  urbano-extraurbano senza problema.

Sicurezza 9 /10

La DS5 vanta le 5 stelle Euro NCAP per quanto riguarda la sicurezza a bordo; grazie anche a suoi sistemi di sicurezza innovativi come il ripartitore elettronico di frenata, Intelligent Traction Control, aiuto alla frenata d’emergenza, e la funzione Cornering Lights.

I nostri rilevamenti
  • TECNICA
  • Motore
    4 cilindri turbodiesel
  • Cilndrata
    1997 cc
  • Potenza massima
    181 cv a 3750 giri/min
  • Omologazione
    euro 6
  • Cambio
    automatico a 6 marce
  • Trazione
    anteriore
  • DIMENSIONI E PESO
  • Peso
    1540 kg
  • Lunghezza
    453 cm
  • Larghezza
    187 cm
  • Altezza
    150 cm
  • Serbatoio
    60 litri
  • Bagagliaio
    468 - 1288 dm3
  • PRESTAZIONI
  • Consumi
    4,3 l/100 km
  • Velocità massima
    220 km/h
  • 0-100 km/h
    9,9 km/h
  • Emissioni
    110 g/km
  • PREZZO

TAG

DS5 BlueHDi 180 S&S EAT6 Sport Chic, la nostra prova su strada

L'opinione dei lettori