fuori città

fuori città
Fuori città

La Fiat 500 è unica nel suo segmento e, nonostante non sia un telaio propenso per la guida sportiva (il baricentro è alto e il rapporto passo-carreggiata non è il massimo), risulta una macchinina divertente da guidare tra le curve. La seduta alta non è cambiata di una virgola, e per chi è alto più di un metro e ottanta è difficile trovare una posizione normale, soprattutto contando che il sedile non si può regolare in altezza ma può solo “sprofondare”. Ma una volta fatta l’abitudine alla seduta da go-kart rialzato, non è poi così male. Lo sterzo non è particolarmente diretto, ma è progressivo e privo di punti morti, mentre il cambio posizionato vicino al volante è molto apprezzato nella guida vivace.

In curva si lancia con entusiasmo, con un muso che risponde rapido e un posteriore che non esita a seguirlo. A metà curva sembra che l’auto giri attorno a un perno, e la vettura parte in sovrasterzo solo se provocata (al contrario della versione Abarth), dove entra subito in azione l’ESP non disinseribile.

Gli ammortizzatori rendono la guida confortevole, anche se coi cerchi optional da 16” della vettura in prova le buche si sentono di più, meglio optare per i 15 pollici, già disponibili di serie sulla versione Lounge.

"In curva si lancia con entusiasmo, con un muso che risponde rapido e un posteriore che non esita a seguirlo"
8
29/12/2015 17:50
29/12/2015 17:50
I nostri rilevamenti
IntestazioneLabelUnità di misura *NON USARE*Descrizione