Prova su Strada

Ford Fiesta: molto più che un restyling qui c’è un pieno di software

di Stefano Cossetti -

La compatta di casa Ford si aggiorna nel LOOK e nei contenuti.

Il nuovo motore 1.0 da 100 CV ha tanto vigore ma chiede in cambio poca benzina.

L’abitacolo diventa più funzionale con il SYNC.

E poi c’è una sorpresa per mamma e papà: più tranquilli con il MYKEY.

Nuovo look e tanta sostanza.

L’intervento che ha riguardato la Fiesta model year 2013 è stato molto più di un restyling, a cominciare dalle modifiche al frontale.

Del resto, l’utilitaria di Casa Ford è uno di quei modelli i cui numeri parlano da soli: dal lancio (avvenuto il 18 ottobre 1976) a oggi è stata venduta in oltre 15 milioni di esemplari nella sola Europa, di cui oltre un milione, negli ultimi dieci anni, solo in Italia.

I tempi però sono cambiati e, in un mercato sempre più difficile e asfittico, i costruttori sono obbligati a impreziosire i propri prodotti con contenuti importanti.

Per dirla con un linguaggio da uomo della strada, oggi non è più sufficiente che “un’auto sia bella, faccia le curve e freni bene”.

Occorrono innesti tecnologici e tanta innovazione.

Ecco perché sotto il cofano (ridisegnato) della nuova Fiesta è arrivato il tre cilindri EcoBoost da un litro: si tratta del propulsore più compatto che Ford abbia mai costruito ed è stato studiato per fornire le prestazioni di un 4 cilindri con consumi paragonabili a quelli di motori più piccoli.

Buone performance, dunque, ma non solo: la Fiesta dispone anche del SYNC, in pratica un’evoluzione del vivavoce, e del MyKey, entrambi oggetto di approfondimento alle pagine 78 e 79.

Scheda Tecnica
Velocità max 180 km/h
Acc 0-100 km/h 11,2 sec
Cons urb/extra/mix 18,8/27,0/23,2 km/l
Autonomia 974 km
Emissione CO2 99 g/km
Bollo 190,92 euro
Costi chilometrici ACI n.d.
Foto

Ford Fiesta

Le fotografie e i dati della piccola segmento B dell'Ovale Blu. Dimensioni, equipaggiamento e motori