• pubblicato il 03-04-2016

Jaguar XE 2.0 D 180 CV R-Sport

di Francesco Neri

Abbiamo provato la berlina inglese rivale di BMW Serie3 e Mercedes Classe C, vediamo com’è andata

PAGELLA
Città
6/10
Fuori città
9/10
Autostrada
8/10
Vita a bordo
7/10
Prezzo e costi
6/10
Sicurezza
8/10
VERDETTO
7.3/10
Verdetto

La Jaguar XE cattura gli sguardi grazie a una linea sensuale quasi da coupé, regalando soddisfazioni al volante e un comfort di alto livello. Il 2.0 diesel da 180 Cv è un’ottimo motore, potente quanto basta e poco assetato. È un’ottima alternativa alle berline tedesche, anche se paga una maggiore svalutazione sull’usato.

È difficile non rimanere affascinati dalla linea della Jaguar XE, soprattutto in questa versione R-Sport, resa più aggressiva dai cerchi in lega da 19”, dal giaguaro rosso sulla calandra e dal kit estetico sportivo. La linea è sensuale e sportiva, quasi da coupé, e in quanto a presenza scenica batte le tedesche a mani basse.
La Jaguar XE è costruita per la maggior parte in alluminio, soluzione che fa fermare l’ago della bilancia a poco più di 1550 kg. Questo permette all’auto di essere agile e precisa in curva, mantenendo allo stesso tempo un livello di comfort degno del marchio.
Il marchio Jaguar, da quando è sotto il tetto di Tata, sta percorrendo un percorso ben preciso, svecchiando le linee e dando un’accelerata verso l’high-tech e sulla dinamica di guida, e questa XE ne è la riconferma.
Il motore 2.0 turbodiesel da 180 CV è potente, silenzioso e piuttosto parco , mentre il cambio automatico ZF a otto marce è tra i migliori che si possono trovare nel segmento.

Città 6 /10

Con 469 cm di lunghezza e 185 cm di larghezza, la Jaguar XE in città non è agile come una citycar, ma non è nemmeno così impacciata. La Jaguar è 4 centimetri più larga e 4 più lunga di una BMW serie3, ma rimane comunque 6 centimetri più corta della nuova un’Audi A4. In modalità eco o normal, sterzo e ammortizzatori sono piuttosto leggeri e rendono la guida estremamente vellutata e rilassante, anche nel traffico. L’insonorizzazione è buona e la seduta è comoda, anche se la visibilità - sia anteriore sia posteriore - non è eccellente.

La Jaguar è molto bella da fuori, ma la linea quasi da coupé implica un cofano molto lungo e un lunotto posteriore stretto. La nostra vettura tuttavia non ha problemi di parcheggio dato che dispone dei pacchetti Advanced Parking Assist che include sistema di telecamere a 360 gradi con sensori su ogni lato (2612 euro) e Parking pack (1918 euro), il sistema di parcheggio automatico analogo al park assist.
Anche l’accoppiata motore-cambio è azzeccata: i primo è elastico e ricco di coppia a qualsiasi regime, mentre il secondo - in modalità automatica - snocciola le marce dolce e rapido quanto i migliori doppia frizione sul mercato.

Fuori città 9 /10
"Il telaio bilanciato, il peso contenuto e la trazione posteriore sono delle garanzie di piacere di guida"

Non lo nego, la Jaguar XE mi ha conquistato. Il telaio bilanciato, il peso contenuto e la trazione posteriore sono delle garanzie di piacere di guida, ma quando si compete con BMW e Mercedes potrebbero non bastare. Per fortuna, gli ingegneri Jaguar hanno fatto un’ottimo lavoro. Basta imboccare la strada con le curve giuste e la Jaguar XE si risveglia mostrando un temperamento davvero inaspettato. Lo sterzo è fantastico, diretto, e vi comunica tutto quello che succede sotto le ruote invogliandovi a tirare sempre di più e a disegnare traiettorie sempre più precise. È davvero molto divertente. La Jaguar XE è anche discretamente veloce: passa da 0 a 100 km/h in 7,8 secondi e raggiunge i 228 km/h.

Il motore 2.0 turbodiesel da 180 Cv e 430 Nm di coppia è un bel motore che tiene testa tranquillamente a quello delle rivali; tira come un toro per tutta la gamma di giri, con poco ritardo nella risposta. È un pelo rumoroso quando si sale di giri, ma non abbastanza da diventare un fastidio.
Gli ammortizzatori offrono un sacco di controllo, limitando il rollio ma allo stesso tempo sorvolando su buche e asperità della strada mantenendo sempre le quattro gomme attaccate all’asfalto.
Volendo si possono disattivare completamente i controlli e far lavorare la trazione posteriore disegnando strisce nere sull’asfalto. Il sovrasterzo comunque va cercato ed è comunque facile da controllare; non so quanti clienti della Jaguar sono interessati a questo, ma è giusto farlo presente…

Autostrada 8 /10

In questo caso c’è poco da dire: la Jaguar XE macina chilometri con nonchalance. L’abitacolo è ben insonorizzato e i sistemi di assistenza alla guida aiutano a ridurre rischi e stress. C’è un po’ di rumore di rotolamento, ma più che altro è dovuto alle gomme invernali. Le otto marce permettono al motore di “girare basso” e di consumare poco, in ottava a 130 km/h infatti si viaggia sotto i 2.000 giri.

Vita a bordo 7 /10
"L’abitacolo della Jaguar ha una forte personalità"

L’abitacolo della Jaguar ha una forte personalità: la manopola del cambio circolare compare all’accensione dal tunnel centrale, mentre l’interno della portiera si prolunga verso la plancia disegnando un’anello che racchiude l’abitacolo, davvero uno splendido tocco di design.

La pelle è morbida e bella al tatto e alla vista, mentre l’illuminazione personalizzabile di notte rende la Jaguar una specie di navicella spaziale segnata da linee luminose. Rispetto alle tedesche ha un design più fresco e high-tech, ma scivola un po’ se qualche finitura, come ad esempio la parte superiore del bagagliaio non foderata, qualche plastica non bellissima da vedere e qualche assemblaggio non perfetto. Nel complesso comunque l’impatto visivo è bello e il connubio eleganza-sportività è azzeccato.

Lo spazio a bordo invece è buono ma non eccellente: il piantone dello sterzo infastidisce un po’ le gambe ai più alti mentre dietro la linea da coupé potrebbe creare problemi in altezza. Anche il bagagliaio paga il pegno di una coda “appena accennata” e con 455 litri rimane un gradino sotto le rivali (la media del segmento è di 480 litri).

Prezzo e costi 6 /10

Il prezzo di 44.450 euro per la Jaguar XE R-Sport 180 Cv con cambio automatico è in linea con quello delle rivali di pari equipaggiamento, ma la Jaguar paga una maggiore svalutazione quando si tratta di rivenderla. Questo discorso però non vale per chi la acquista tramite leasing o noleggio a lungo termine (o per chi non ha intenzione di rivenderla). Detto questo. La Jaguar equipaggiata con il 2.0 diesel da 180 CV consuma poco: la Casa dichiara un consumo di 4,2 l/100 km nel ciclo combinato e anche senza badare troppo allo stile di guida si riesce a tenere una media di 5,0 l/100 km (20 km/l).

Sicurezza 8 /10

La Jaguar XE vanta le 5 stelle al crash test euro NCAP, sistema di frenata d’emergenza di serie e avviso di cambio corsia. Il comportamento della vettura è sempre sincero e sicuro, mentre frenata e tenuta di strada sono davvero ottimi.

I nostri rilevamenti
  • DIMENSIONI
  • Altezza
    469 cm
  • Larghezza
    185 cm
  • Altezza
    142 cm
  • Bagagliaio
    455 l
  • Peso
    1565 kg
  • MOTORE
  • Alimentazione
    Diesel
  • Cilindrata
    1999 cc
  • Potenza
    180 CV a 4.000 giri
  • Coppia
    430 Nm
  • Trazione
    Posteriore
  • Trasmissione
    Automatica 8 rapporti
  • PRESTAZIONI
  • 0-100 km/h
    7,9 secondi
  • Velocità massima
    228 km/h
  • Consumi
    4,2 l/100 km
  • Emissioni
    109 g/km
  • PREZZO
  • Prezzo
    44.450 euro

TAG

Jaguar XE 2.0 D 180 CV R-Sport

L'opinione dei lettori