• pubblicato il 09-02-2016

Kia Cee'd 1.0 T-GDI GT LINE, la nostra prova

di Francesco Neri

La compatta coreana colpisce per il suo look sportivo, ma in realtà è una comoda berlina pratica per la famiglia

PAGELLA
Città
7/10
Fuori città
7/10
Autostrada
7/10
Vita a bordo
8/10
Prezzo e costi
8/10
Sicurezza
8/10
VERDETTO
7.5/10
Verdetto

La nuova Kia Cee’d GT Line con il piccolo motore 1.0 turbo benzina consuma poco e vanta finiture e equipaggiamento da prima della classe, camminando a testa alta in una delle fette di mercato più affollate. Potrebbe essere un po’ più accattivante nella guida sportiva.

Il segmento C, quello delle berline compatte, è pieno di contendenti che sgomitano per accaparrarsi la loro fetta di mercato. Ci sono la Volkswagen Golf, la Ford Focus, la nuova Opel Astra, oppure la Peugeot 308 e la Renault Mégane, senza contare le Premium come Mercedes Classe A e Audi A3. Tutte sono armate di motori efficienti, equipaggiamenti allettanti e materiali belli al tatto e alla vista.

La nuova Kia Cee’d spicca in questo gruppo in maniera decisamente seducente. La sua linea è aggressiva e molto personale, soprattutto in questa versione GT Line dotata di un motore turbo benzina a tre cilindri da 120 CV “in linea coi tempi” e un equipaggiamento generoso.

La lista è davvero golosa: cerchi in lega da 17”, doppio scarico con dettagli cromati, pedaliera in alluminio, vetri posteriori oscurati, spoiler posteriore, sedili appositi e l’ormai immancabile illuminazione LED anteriore e posteriore.

La Cee’d, tuttavia, non si guida come si presenta. L’estetica sportiva viene tradita da uno sterzo poco diretto e non molto comunicativo (anche se con degli pneumatici diversi migliorerebbe sicuramente) e un setup morbido degli ammortizzatori.

È comunque piacevole da guidare: i comandi hanno il giusto peso e l’abitacolo è ben insonorizzato. Il cambio manuale ha una bella consistenza (ricorda quello della Golf) e il motore è tondo e progressivo per essere un tre cilindri. Lo spazio a bordo è buono anche se non eccelle, ma batte comunque diverse sue rivali. Non male anche i consumi: i 18 km/l sono raggiungibili nella “vita reale”.

Città 7 /10
"I comandi leggeri rendono il traffico meno stancante e la visibilità anteriore è buona"

Lunga 431 cm e larga 178 cm, la Kia Cee’d non è certo la regina delle citycar, ma non è nemmeno una petroliera. Il motore 1.0 turbo è un buon alleato in città: ha uno scatto buono, è silenzioso - per essere un “tre” - e sufficientemente elastico. I comandi leggeri rendono il traffico meno stancante e la visibilità anteriore è buona, mentre non si può dire lo stesso di quella posteriore. Il lunotto è davvero troppo piccolo, e senza sensori e retrocamera posteriori - di serie su questa versione - sarebbe davvero difficile non urtare qualcosa in fase di manovra.
Infine spezzerei una lancia per i consumi: 6,2 l/100 km sono un ottimo risultato per un 1.0 turbo, soprattutto se montato su una segmento C.

Fuori città 7 /10

La Kia Cee’d, nella versione GT Line, sfoggia qualche muscolo in più, ma si tratta solo di apparenza. Sotto le linee sportive, infatti, la coreana mostra un’anima da tranquilla berlina familiare. Lo sterzo ha tre diverse modalità di servoassistenza: Comfort, Normal e Sport. Di fatto, cambia solo la resistenza, e in ogni modalità risulta sempre troppo leggero e “anestetizzato”. Il che va bene per guidare rilassati, ma quando si vuole tirare un po’ lo sterzo non ispira abbastanza fiducia. Tuttavia, sappiamo quanto delle gomme buone farebbero la differenza (le termiche che monta la nostra vettura non sono proprio adatte), quindi rimandiamo il nostro giudizio definitivo. Gli ammortizzatori compiono un ottimo lavoro su dossi e imperfezioni: la Cee’d sembra volare su un cuscino d’aria, ma in curva questo si traduce in un marcato rollio.

Il motore eroga 120 CV e 170 Nm di coppia, una potenza sufficiente a far muovere l’auto senza fatica. La Cee’d accelera da 0 a 100 km/h in 11,1 secondi e raggiunge i 190 km/h, e nei percorsi extraurbani percorre 100 km con 4,2 litri di carburante.

Autostrada 7 /10

La Kia Cee’d macina kilometri con nonchlance, silenziosa e senza sforzo. L’insonorizzazione è curata e il cruise control con limitatore di velocità, anche se ormai lo diamo per scontato, è sempre una bella comodità. La seduta è confortevole e leggermente rialzata, mentre la grafica è semplice e chiara.

La disposizione dei tasti sulla plancia è pensata bene, soprattutto quelli del sistema di infotainment. Sono tutti facilmente raggiungibili e intuitivi, molto meglio di quelli di molte tedesche che millantano “razionalità” dei comandi.
Il piccolo 1.0 turbo, purtroppo, in autostrada soffre un po’ nonostante la sesta marcia e i consumi aumentano di conseguenza.

Vita a bordo 8 /10
"Il vero punto forte della versione GT Line è l’equipaggiamento, non c’è praticamente nulla che non sia incluso"

Fino a qualche anno fa avremmo potuto dire che l’abitacolo fosse di buona qualità, per essere una coreana. Ora non avrebbe più senso. Le coreane sono forti, e la qualità percepita è al livello della concorrenza europea e, in alcuni casi, anche meglio.
I materiali sono piacevoli al tatto, anche nel caso delle plastiche dure. Basta osservare le portiere e  l’aspetto dei pulsanti per capire la cura con cui la Cee’d è stata costruita. Non male anche la strumentazione digitale con le lancette del carburante e della temperatura analogiche.
Lo spazio a bordo è buono anche per le persone più alte. Il bagagliaio di 380 litri è superiore a quello della media del segmento, ma c’è chi fa meglio.
Il vero punto forte della versione GT Line è l’equipaggiamento, non c’è praticamente nulla che non sia incluso: Smart Key con Start Button, frenata d’emergenza automatica, cruise control adattivo, correttori asseto fari, retrovisori esterni regolabili elettricamente e riscaldabili, clima bizona, radio digitale DAB, computer di bordo e sensori di parcheggio posteriori.
Non mancano il navigatore satellitare di serie (con aggiornamento delle mappe per 7 anni), retrocamera, schermo touch da 4,3 pollici e le immancabili prese Aux/USB/DVD.
La nostra vettura è equipaggiata anche con il Techno Pack (optional a 2.500 Euro) che aggiunge bocchette di areazione posteriori, fari allo Xeno con lavafari, freno a mano elettrico, retrovisore interno elettrocromatico, sedile del guidatore con regolazioni elettriche in 10 direzioni con memoria, sensore pioggia e tetto panoramico. Un pacchetto goloso che non aggiunge niente di indispensabile ma vi regala qualche lusso in più.

Prezzo e costi 8 /10

Il prezzo di listino della Kia Cee’d 1.0 T-GDI 5p da 120 CV è di 22.750 Euro, 1.500 Euro in meno dell’equivalente versione diesel da 110 CV, che sarà sicuramente la favorita nel nostro mercato. Indipendentemente dal motore, la Cee’d consuma poco e, a differenza di molte rivali, ha un equipaggiamento completo di qualsiasi accessorio, rendendo praticamente impossibile far lievitare il prezzo con gli optional.

Sicurezza 8 /10

La Kia Cee’d vanta le 5 stelle Euro NCAP, monta il sistema di frenata automatica d’emergenza e dispone di tutti gli airbag del caso.

I nostri rilevamenti
  • DIMENSIONI
  • Lunghezza
    432 cm
  • Larghezza
    178 cm
  • Altezza
    147 cm
  • Bagagliaio
    380 - 1318 dm3
  • MOTORE
  • Cilindrata
    998 cc - tre cilindri
  • Alimentazione
    Benzina, turbo
  • Potenza
    120 CV a 6.000 giri
  • Coppia
    171 Nm
  • Trasmissione
    Manuale 6 marce
  • Trazione
    Anteriore
  • PRESTAZIONI
  • 0-100 km/h
    11,1 secondi
  • Velocità massima
    190 km/h
  • Consumi
    4,9 l/100 km
  • Emissioni
    115 g/km CO2
  • PREZZO
  • Prezzo
    22.750 Euro

TAG

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

01/09/2015   Kia cee'd SW
02/09/2015   Kia Venga
Kia Cee'd 1.0 T-GDI GT LINE, la nostra prova

L'opinione dei lettori