Prova su Strada

Lancia Voyager 2.8 Platinum: un’americana accogliente (fino a sette posti)

La più grande e spaziosa del segmento: ecco l'interpretazione Lancia della monovolume a sette posti

di Renato Dainotto -

La più grande e la più spaziosa del segmento, spinta da un turbodiesel 2.8 da 163 CV: ecco l’interpretazione

Lancia della monovolume a sette posti.

Il LISTINO è competitivo perché questa, in fondo, non è che la MPV Chrysler italianizzata.

Subito dopo essersi seduti al volante della Voyager viene voglia di pensare come Cheyenne, il protagonista (interpretato da Sean Penn) del film “This must be the place” che continuava ripetere: «Qualcosa mi ha disturbato, non so bene cosa, ma qualcosa mi ha disturbato…». Cerchiamo di capire perché.

Questa monovolume Lancia in realtà è la Chrsyler Voyager nata nel 2007 e ora, con aggiornamenti nelle finiture e negli interni, riproposta da noi con il marchio Lancia.

Operazione che evita di investire in un nuovo modello, ma che rischia di limitarne la diffusione.

E per due motivi: non è un’auto fresca e ha dimensioni imponenti (con 5,22 metri è la più lunga del segmento), in controtendenza rispetto all’attuale trend che vede vincenti le MPV compatte.

Comfort di guida

Al volante, però, bisogna segnalare che sembra più snella e agile, merito della buona posizione di guida e del volante demoltiplicato, ma progressivo.

Il cambio automatico, montato di serie, non è rapido, tuttavia ha il pregio di ammorbidire la guida sia in città sia fuori porta.

E, grazie alle ampie carreggiate, la tenuta di strada e la stabilità non riservano sorprese.

Come l’abitacolo, che per spazio e versatilità è perfetto per famiglie numerose (sette posti) ma anche per chi viaggia con attrezzatura sportiva al seguito.

E poi il sistema di abbattimento a scomparsa delle poltrone aggiunge praticità.

Che cosa disturba, allora? La scarsa personalizzazione: troppo facile cambiare solo il marchio.

Scheda Tecnica
Velocità max 193 km/h
Acc 0-100 km/h 11,9 sec
Consumo misto 12,6 km/l
Emissione CO2 207 g/km
Bollo 335,40 euro