Prova su Strada

Mazda Mazda3 1.5 Skyactiv-D

La compatta giapponese è costruita con cura ed è ricca di accessori (ma costa tanto)

pagella

Città
6
/10
Fuori città
7
/10
Autostrada
7
/10
Vita a bordo
7
/10
Prezzo e costi
7
/10
Sicurezza
7
/10
verdetto
6.8
/10

Finiture curate e dotazione di serie ricca: sono questi i punti di forza dellaMazda Mazda3. La compatta del Sol Levante ha un design sexy che penalizza la versatilità e un prezzo non proprio economico.

La terza generazione della Mazda Mazda3 è nata nel 2014 e in occasione del Model Year 2017 ha beneficiato di alcune modifiche estetiche (calandra rivista e fari anteriori full LED) e tecniche. La novità più rilevante? Senza dubbio il sistema G-Vectoring Control (che varia la coppia del motore per ottimizzare il carico su ciascuna ruota) ma non sono da sottovalutare le revisioni al montante MacPherson anteriore e alla sospensione Multilink posteriore (per migliorare il comfort e ridurre le vibrazioni), il freno di stazionamento elettrico (che ha permesso di ricavare un vano portaoggetti supplementare) e l’aggiunta di materiale insonorizzante nella zona delle portiere e nel tunnel della trasmissione.

In questa prova su strada abbiamo avuto modo di testare la variante 1.5 Skyactiv-D della compatta giapponese nel ricco allestimento Exceed. Scopriamo insieme i pregi e i difetti della sexy “segmento C” nipponica.

Città

6
/10

La Mazda Mazda3 non è tra le compatte più adatte alla città: ingombrante (4,47 metri di lunghezza) e priva di protezioni per la carrozzeria, non è facile da parcheggiare.

Contraddistinta da sospensioni che rispondono in maniera un po’ troppo secca sulle buche, monta un motore 1.5 turbodiesel da 105 CV che offre una spinta corposa sotto i 2.000 giri. In linea con le rivali lo “0-100”: 11 secondi netti.

7
/10

Fuori città

La Mazda Mazda3 oggetto della nostra prova su strada è una “segmento C” più rassicurante che divertente (soprattutto per via delle dimensioni esterne ingombranti).

Peccato perché il pacchetto tecnico è di buon livello: un cambio manuale a sei marce preciso negli innesti, uno sterzo che regala un buon feeling e un propulsore particolarmente dotato alla voce “allungo” per essere un’unità a gasolio.

Autostrada

7
/10

Nonostante il design filante la Mazda Mazda3 presenta qualche fruscio aerodinamico di troppo alle alte velocità. La taratura tendente al rigido degli ammortizzatori, inoltre, non aiuta sugli avvallamenti.

Passiamo alle note positive: una grande sensazione di stabilità nei rapidi cambi di direzione e un impianto frenante potente. Per quanto riguarda l’autonomia la Casa giapponese dichiara una percorrenza di 1.342 km e con uno stile di guida moderato si può stare sopra quota 1.000.

Vita a bordo

7
/10

Se è vero che la Mazda Mazda3 protagonista della nostra prova su strada offre tanti centimetri alle gambe dei passeggeri posteriori è altrettanto vero che gli occupanti più alti non hanno molto spazio a disposizione della testa.

L’abitacolo presenta finiture ottime (e un po’ troppi tasti sul volante) e il bagagliaio ha una capienza nella media del segmento: 364 litri che diventano 1.263 quando si abbattono i sedili posteriori.

7
/10

Prezzo e costi

Il prezzo di 25.550 euro della Mazda Mazda3 1.5 Skyactiv-D Exceed è oggettivamente alto ma la dotazione di serie è ricca: cerchi in lega da 18”, climatizzatore automatico bizona, cruise control, fari anteriori full LED, fendinebbia, head up display, impianto audio Bose Sound System con radio Aux In Bluetooth CD DAB iPod Mp3 USB e 9 altoparlanti, navigatore, retrovisori ripiegabili automaticamente, rilevazione segnali stradali, sensori luce/pioggia, sensori di parcheggio anteriori e posteriori con videocamera e vetri posteriori scuri.

La tenuta del valore non è eccezionale (le Mazda sono buone auto ma poco apprezzate sul mercato dell’usato) mentre la garanzia di 3 anni o 100.000 km convince. Consumi buoni ma non da primato: 26,3 km/l dichiarati, oltre 20 ottenibili guidando senza esagerare.

Sicurezza

7
/10

La dotazione di sicurezza della Mazda Mazda3 1.5 Skyactiv-D Exceed comprende: airbag frontali, laterali e a tendina, attacchi Isofix per i sedili posteriori, assistente alle partenze in salita, controlli di stabilità e trazione, frenata automatica anteriore (con rilevamento pedoni) e posteriore, G-Vectoring Control, monitoraggio angoli ciechi, rilevazione pericolo uscita parcheggio, rilevazione stanchezza guidatore e sensori pressione pneumatici. Senza dimenticare le cinque stelle conquistate nei crash test Euro NCAP.

Bisogna però sborsare 800 euro per il pacchetto i-Activsense Technology che comprende i fari adattivi ALH, il LAS (Lane Assistant System) che mantiene la vettura all’interno della corsia e il cruise control adattivo MRCC (Mazda Radar Cruise Control).

Tanto ben di Dio (unito a freni potenti e ad una stabilità discreta), penalizzato da una scarsa visibilità dovuta al cofano chilometrico e alle ridotte superfici vetrate.

Scheda tecnica

Tecnica

Motore4 cilindri, turbodiesel
Cilindrata1.499 cc
Potenza max/giri77 kW (105 CV) a 4.000 giri
Coppia max/giri270 Nm a 1.600 giri
OmologazioneEuro 6
Cambiomanuale a 6 marce

Capacità

Bagagliaio364/1.263 litri
Serbatoio51 litri

Prestazioni e consumi

Velocità max185 km/h
Acc. 0-100 km/h11,0 s
Consumo urb./extra/medio23,3/28,6/26,3 km/l
Autonomia1.342 g/km
Emissioni CO299 g/km

Costi d'utilizzo

Bollo198,66 euro
Prezzo 25.550 euro
Accessori
Autoradio Bose Aux In CD DAB iPod Mp3 USBdi serie
Cerchi in lega da 18"di serie
Cruise controldi serie
Fari anteriori a LEDdi serie
Fendinebbiadi serie
Navigatore satellitaredi serie
Sensore lucidi serie
Sensore pioggiadi serie
Sensori di parcheggio ant. e post.di serie
Vernice metallizzata650 euro
Auto Story

La storia delle compatte Mazda

Tanta sostanza, poca apparenza