• pubblicato il 07-11-2014

Mazda Mazda6 2.2 Skyactiv-D 175 CV, come va la berlina giapponese

Sexy, conveniente e ricca di accessori ma anche ingombrante e con un cambio automatico migliorabile

PAGELLA
Città
6/10
Fuori città
6/10
Autostrada
6/10
Vita a bordo
7/10
Prezzo e costi
7/10
Sicurezza
7/10
VERDETTO
6.5/10
Verdetto

Stufi delle “solite” tedesche? La Mazda Mazda6 - molto spaziosa e con un buon rapporto qualità/prezzo - può fare al caso vostro. Attenzione nei parcheggi, però: sfiora i 4,90 metri di lunghezza…

La Mazda Mazda6 non è solo una delle berline più sexy in commercio ma è anche ricca di contenuti: offerti, tra l’altro, ad un prezzo tutt’altro che eccessivo. La “segmento D” nipponica, insomma, è un’auto adatta ai macinatori di chilometri più attenti alla sostanza che al blasone del marchio.

Nella nostra prova su strada abbiamo avuto modo di testare la versione “top di gamma” 2.2 Skyactiv-D 175 CV. Scopriamo insieme come se la cava.

Città 6 /10
Nello scatto da fermo se la cava bene

Facile sentirsi a disagio in città al volante di un’auto lunga 4,87 metri: cercare un posto dove parcheggiare la Mazda Mazda6 è un’impresa e dopo averlo trovato bisogna fare i conti con l’assenza di protezioni per la carrozzeria. Per fortuna i sensori anteriori e posteriori e la telecamera sono di serie.

Le sospensioni posteriori sono un po’ durette sul pavé (niente di preoccupante, comunque) e nello scatto da fermo se la cava bene, anche se per beneficiare della spinta possente bisogna attendere che il motore raggiunga i 2.000 giri.

Fuori città 6 /10

“Ingombrante” non vuol dire necessariamente “poco agile” e la Mazda Mazda6 lo dimostra nelle curve offrendo un comportamento stradale paragonabile a quello di rivali più compatte. L’assetto è ben studiato e lo sterzo è preciso e reattivo quasi quanto quello di una sportiva.

Il motore Euro 6 2.2 turbodiesel Skyactiv-D da 175 CV è ricchissimo di coppia (420 Nm) ma ha una cilindrata elevata che penalizza chi vuole risparmiare sull’assicurazione RC Auto ed è poco elastico: fino a 2.000 giri è tranquillo e pacioso e solo oltre questa soglia diventa generoso, vivace e capace di regalare alla vettura uno scatto interessante (“0-100” in 8,4 secondi).

Il cambio automatico a sei rapporti (convertitore di coppia), l’unico disponibile in abbinamento al propulsore più potente della gamma della Mazda Mazda6, offre passaggi marcia impercettibili ma nella guida sportiva non è rapido come le moderne trasmissioni a doppia frizione.

Autostrada 6 /10

Il motore abbastanza silenzioso, l’abitacolo ben insonorizzato, l’aerodinamica curata e la conseguente assenza (pressoché totale) di fruscii in marcia garantiscono un buon comfort a velocità da Codice. Solo gli ammortizzatori posteriori potrebbero assorbire in maniera più morbida le asperità dell’asfalto.

I freni della Mazda Mazda6 sono abbastanza potenti ma chi è abituato a vetture con il pedale più sensibile potrebbe avere qualche difficoltà nei primi tempi a dosare la pressione. Avviso per chi percorre tanti chilometri: molte rivali se la cavano meglio alla voce “autonomia” (1.289,6 km dichiarati, oltre quota 1.000 guidando in maniera tranquilla) ma solo perché la Casa nipponica, per risparmiare peso, ha optato per un serbatoio più piccolo (62 litri contro una settantina della concorrenza).

Vita a bordo 7 /10
Tantissimi centimetri nella zona delle gambe

I passeggeri posteriori della Mazda6 berlina hanno a disposizione tantissimi centimetri nella zona delle gambe: merito del passo di ben 2,83 metri, curiosamente più lungo (di 8 cm) di quello della station wagon (che dovrebbe essere, in teoria, la variante più versatile della gamma). Il bagagliaio ha una capienza di 489 litri (valore buono anche se non da record) e può essere ampliato grazie ai pratici sedili posteriori abbattibili. Le finiture sono curate ma solo nelle parti più visibili e il volante presenta un po’ troppi pulsanti.

Prezzo e costi 7 /10

La Mazda Mazda6 2.2 Skyactiv-D 175 CV ha un prezzo molto conveniente (35.950 euro) e può oltretutto vantare una dotazione di serie completa che comprende - tra le altre cose - il cambio automatico, i cerchi in lega da 19”, il climatizzatore automatico bizona, il cruise control, i fari allo xeno, i fendinebbia, il navigatore satellitare, i retrovisori ripiegabili elettricamente, i sedili anteriori riscaldabili e i sensori di parcheggio anteriori e posteriori con telecamera.

Ottima la garanzia (tre anni o 100.000 km), buoni i consumi (20,8 km/l dichiarati, oltre 15 adottando uno stile di guida tranquillo) ma poco convincente la tenuta del valore, sensibilmente inferiore a quella delle più blasonate rivali teutoniche.

Sicurezza 7 /10

La Mazda Mazda6, se abbinata al ricco allestimento Exceed, offre una dotazione di sicurezza particolarmente corposa: airbag frontali, laterali e a tendina, attacchi Isofix, DRSS (Distance Recognition Support System, rileva la distanza dal veicolo che precede), FOW (Forward Obstruction Warning, controlla i veicoli che arrivano nell’altro senso di marcia e segnala al guidatore possibili rischi di collisione), assistente alle partenze in salita, LDWS (Lane Departure Warning System, evita il superamento involontario della corsia), MRCC (Mazda Radar Cruise Control, rileva la velocità e la distanza dalla vettura che precede mantenendo una distanza di sicurezza adeguata), monitoraggio angolo cieco, sensore pressione pneumatici e sistemi di frenata automatica SBCS e SBS.

Alla guida la berlina nipponica regala una buona sensazione di sicurezza, anche se bisogna prendere confidenza con il pedale del freno (poco dosabile, come già scritto in precedenza) e con la visibilità migliorabile (superfici vetrate poco ampie, montanti voluminosi, cofano lungo e coda sporgente).

Scheda tecnica
  • Tecnica
  • Motore
    turbodiesel
  • Cilindrata/disposizione
    2.191 cc/4 cilindri in linea
  • Potenza max/giri
    129 kW (175 CV) a 4.500 giri
  • Coppia max/giri
    420 Nm a 2.000 giri
  • Omologazione
    Euro 6
  • Cambio/trazione
    automatico a sei rapporti/anteriore
  • Capacità
  • Bagagliaio
    489 litri
  • Serbatoio
    62 litri
  • Prestazioni e consumi
  • Velocità max
    216 km/h
  • Acc. 0-100 km/h
    8,4 secondi
  • Consumo urb./extra/misto
    16,7/23,8/20,8 km/l
  • Autonomia
    1.289,6 km
  • Emissioni CO2
    127 g/km
  • Costi d'utilizzo
  • Prezzo
    35.950 euro
  • Bollo
    370,23 euro
Accessori
  • Autoradio con Bluetooth
    di serie
  • Cambio automatico
    di serie
  • Cruise control
    di serie
  • Fari allo xeno
    di serie
  • Fendinebbia
    di serie
  • Interni in pelle
    1.350 euro
  • Navigatore satellitare
    di serie
  • Retrovisori ripieg. elettr.
    di serie
  • Sensori di parch. ant. e post.
    di serie
  • Vernice metallizzata
    700 euro
Mazda Mazda6 2.2 Skyactiv-D 175 CV, come va la berlina giapponese

L'opinione dei lettori