fuori città

Fuori città

La Mazda3 è u’auto che si guida volentieri, macinando chilometri con il minimo sforzo. Non è un’auto affilata tra le curve e se la forzate con una guida sportiva emerge subito un marcato rollio, ma ad andature medie è davvero piacevole. Lo sterzo ha un bel peso e il volante ha la giusta impugnatura e un diametro giusto. La posizione di guida permette spazio per le gambe e una seduta abbastanza bassa, con tanto di tachimetro e Head-Up Display (di serie) ben in vista. L’acceleratore incernierato è un tocco di classe e il cambio è così preciso e leggero da non farvi rimpiangere l’automatico. Si capisce come la Casa giapponese abbia lavorato sodo sulla qualità percepita e sul peso dei comandi (nel mirino sembra ci sia Audi) e in questo c’è da farle i complimenti.
Il motore Skyactiv-D ha poca sete anche con uno stile di guida poco attento: la Casa dichiara un consumo di 3,5 l/100 km nel ciclo extraurbano e i 23 Km/l reali sono alla portata di mano, ma di contro manca un po’ di brio. È un propulsore elastico ai bassi regimi e spinge lineare per poi spegnersi dopo i 3.500 giri. Se però il 1.5 sulla Mazda2 brilla, sulla Mazda3 si senta la mancanza di ripresa nelle marce alte.

8
19/07/2016 13:04
19/07/2016 13:04
I nostri rilevamenti
IntestazioneLabelUnità di misura *NON USARE*Descrizione