Non cattiva ma non spenta

Fuori città

È naturale che fuori città una vettura di questo genere si trovi più a suo agio.

Come abbiamo anticipato, i 120 CV non sono certo una potenza esuberante.

Ma, la prova lo conferma, non abbiamo a che fare neppure con un motore “inchiodato”.

Il 2.100 turbodiesel dotato di tecnologia BlueEFFICIENCY è stato studiato per essere attento in fatto di risparmio (in modo particolare i consumi, come vedremo).

È quindi ingiusto strapazzarlo per cercare prestazioni da granturismo.

Per questo motivo, cambiando obiettivi e attese, basta mettersi alla guida con più tranquillità, così da potersi gustare un’elasticità del motore quasi sorprendente, che può trasformarsi davvero in un piacere di guida.

E che non si tratti di un motore spento lo confermano i nostri rilevamenti: l’accelerazione da 0 a 100 orari in 10,8 secondi non è malaccio.

Anche perché non bisogna dimenticare che... essere Mercedes ha un peso: accessori e soluzioni varie per il comfort e per la sicurezza si fanno sentire.

Per la C 180 CDI si parla di oltre 1.600 kg: non esattamente un fuscello.

Ma torniamo alla guida. La C 180 CDI nasce con il cambio manuale a 6 marce, ma sulla versione provata (ultraaccessoriata) c’è il 7G-Tronic Plus, un automatico a sette rapporti gestito elettronicamente che è l’ideale per... curare l’aspetto consumi alla guida.

Ma è un cambio godibile che non solo sposa perfettamente il carattere della vettura, ma non ne penalizza il piacere di guida.

Niente male neppure lo sterzo, che non è tagliente e preciso, ma che non merita critiche troppo severe.

0
08/11/2012 23:35
09/11/2012 11:00
mercedes, classe c, sw
I nostri rilevamenti
Gruppo caratteristicheCaratteristicaUnità di misuraValore