• pubblicato il 21-12-2016

Nissan Navara 2.3 dCi 4WD King Cab, la prova del pick-up giapponese

Robusto (ma anche ruvido e caro): lo vedremo presto anche con i marchi Mercedes e Renault

PAGELLA
Città
7/10
Fuori città
6/10
Autostrada
6/10
Vita a bordo
6/10
Prezzo e costi
6/10
Sicurezza
6/10
VERDETTO
6.1/10
Verdetto

Il Nissan Navara ha vinto il premio International Pick-up of the Year 2016 ma la versione King Cab del nostro test (priva dell'asse posteriore a molle elicoidali presente sulla Double Cab) non presenta particolari innovazioni rispetto alla concorrenza. L'allestimento N-Connecta, poi, è molto caro.

Il Nissan Navara è senza dubbio il veicolo commerciale del momento: ha conquistato il prestigioso riconoscimento di International Pick-up of the Year 2016 e presto lo vedremo in commercio anche con i marchi Mercedes (classe X) e Renault (Alaskan).

La più grande novità portata dal pick-up giapponese (l'asse posteriore a molle elicoidali, soluzione che migliora il comfort) non è però presente sulla versione King Cab (cabina singola e quattro posti) protagonista della nostra prova su strada. Scopriamo insieme i pregi e difetti della versione 2.3 dCi 4WD nel ricco allestimento N-Connecta.

Città 7 /10
...impossibile non apprezzare la retrocamera (di serie)...

Il Nissan Navara King Cab non è certo il mezzo ideale per avventurarsi in città: oltre ad essere molto ingombrante (5,23 metri di lunghezza e 1,85 di larghezza) è anche privo di protezioni per la carrozzeria (che sarebbero molto utili su un mezzo da lavoro) e sulle sconnessioni l'asse posteriore a balestre reagisce in maniera brusca.

Il pick-up nipponico presenta però un paio di punti di forza da non sottovalutare: la posizione di seduta rialzata che consente di dominare il traffico e un motore 2.3 turbodiesel dCi da 163 CV e 403 Nm di coppia che spinge forte dove serve in ambito urbano (ai bassi regimi). Nei parcheggi, infine, è impossibile non apprezzare la retrocamera (di serie) e l'Around View Monitor: questo sistema (optional a 1.100 euro IVA esclusa insieme al Nissan Connect 7”) è composto da quattro telecamere che forniscono l'immagine virtuale a 360° del veicolo, con la possibilità di visualizzare nel dettaglio l'immagine frontale, posteriore e laterale ad altezza marciapiede. Un dispositivo che funziona anche ad una velocità di 10 km/h per permettere di controllare le manovre su strada o di evitare ostacoli nell'off-road.

Fuori città 6 /10

Nonostante l'evoluzione tecnica i pick-up su asfalto continuano ad essere molto più scomodi delle SUV tradizionali e il Nissan Navara King Cab della nostra prova su strada – privo dell'asse posteriore a molle elicoidali presente sulla più comoda Double Cab da noi già testata – non fa eccezione.

In condizioni normali si viaggia a trazione posteriore (meglio non esagerare con la velocità in curva) e volendo si può inserire la trazione integrale con bloccaggio del differenziale. Il piacere di guida è penalizzato dallo sterzo poco comunicativo, dai rapporti cortissimi del cambio manuale a sei marce e dal pedale della frizione piuttosto pesante e in off-road gli ingombri considerevoli non aiutano. Le prestazioni (172 km/h di velocità massima e 12,1 secondi per accelerare da 0 a 100 chilometri orari) sono nella media del segmento.

Autostrada 6 /10

Sugli avvallamenti leggeri le sospensioni del Nissan Navara King Cab protagonista della nostra prova su strada se la cavano bene con una risposta buona per il segmento dei pick-up ma ancora troppo secca se paragonata ad una SUV. Nei cambi di direzione a velocità da Codice la sensazione di sicurezza non è molto elevata.

Le note positive arrivano invece dalla silenziosità del motore (o meglio, dal sound meno invasivo rispetto alla concorrenza) e dall'autonomia: la Casa giapponese dichiara 1.161 km ma nella realtà è impossibile stare sopra quota 1.000.

Vita a bordo 6 /10
...due porticine posteriori con apertura controvento

Il Nissan Navara King Cab si presenta bene: la plancia ha un design moderno e automobilistico e presenta comandi ergonomici ma basta toccare le plastiche (dure) per capire che ci troviamo a bordo di un veicolo commerciale.

L'abitacolo, accessibile attraverso due porte anteriori e due porticine posteriori con apertura controvento, ospita ufficialmente quattro passeggeri ma quelli dietro (costretti ad accomodarsi su due strapuntini retrattili) non stanno molto comodi. Meglio usare quello spazio per trasportare oggetti. Per quanto riguarda il cassone segnaliamo la lunghezza che non arriva al metro e ottanta e la larghezza di 1,85 metri: nella norma.

Prezzo e costi 6 /10

Il Nissan Navara 2.3 dCi 4WD King Cab N-Connecta della nostra prova su strada ha un prezzo molto alto: 28.300 euro IVA esclusa. La dotazione di serie della versione a cabina singola più cara del pick-up giapponese è però molto ricca: strapuntini posteriori, climatizzatore automatico bizona, specchietti retrovisori riscaldati e ripiegabili elettricamente, sospensioni posteriori a balestra, cerchi in lega da 18”, griglia frontale cromata, calotte specchietti cromati, paraurti anteriore in tinta, paraurti posteriore cromato step type e indicatori di direzione integrati negli specchi retrovisori esterni.

Da non sottovalutare, inoltre, il volante e la leva del freno a mano con finitura in pelle, i fendinebbia anteriori con cornice cromata, i vetri privacy, le pedane laterali, la radio Bluetooth USB Aux con comandi al volante, la predisposizione audio con 4 altoparlanti, la Nissan Intelligent Key con pulsante avviamento, il cruise control e limitatore di velocità con comandi al volante, il sensore luci, il quadro strumenti con display multifunzione a colori e computer di bordo, la retrocamera e motore da 163 CV con filtro antiparticolato.

Il Nissan Navara può inoltre vantare una garanzia lunga (5 anni o 160.000 km), consumi interessanti (15,9 km/l dichiarati, oltre 10 ottenibili guidando in modo tranquillo) e una buona tenuta del valore sul mercato dell'usato (i pick-up nipponici di seconda mano sono sempre molto apprezzati).

Sicurezza 6 /10

Luci diurne, 7 airbag (frontali, laterali, tendina e ginocchia), interruttore esclusione airbag passeggero, eLSD (differenziale posteriore a slittamento limitato elettronico), blocco differenziale posteriore meccanico, Hill Descent Control, Hill Start Assist e sistema di ancoraggio C-Channel: è questa la dotazione di sicurezza presente sul Nissan Navara 2.3 dCi 4WD King Cab della nostra prova su strada.

Grazie agli aiuti elettronici il pick-up giapponese offre una buona visibilità ma la scarsa stabilità nelle manovre di emergenza, la tenuta di strada non entusiasmante alle alte velocità e gli spazi di frenata non memorabili incidono in maniera negativa sulla sensazione di sicurezza percepita.

Scheda tecnica
  • Tecnica
  • Motore
    turbodiesel, 4 cilindri in linea
  • Cilindrata
    2.298 cc
  • Potenza max/giri
    120 kW (163 CV) a 3.750 giri
  • Coppia max/giri
    403 Nm a 1.500 giri
  • Omologazione
    Euro 6
  • Cambio/trazione
    manuale a 6 marce/post.+ ant. inseribile
  • Capacità
  • Dimensioni cassone
    1,75 (1,79) x 1,85 metri
  • Serbatoio
    73 litri
  • Prestazioni e consumi
  • Velocità max
    172 km/h
  • Acc. 0-100 km/h
    12,1 secondi
  • Consumo urb./extra/medio
    14,7/16,4/15,9 km/l
  • Autonomia
    1.161 km
  • Emissioni CO2
    167 g/km
  • Costi d'utilizzo
  • Prezzo
    28.300 euro (IVA esclusa)
Accessori
  • Cerchi in lega da 18"
    di serie
  • Climatizzatore aut. bizona
    di serie
  • Fendinebbia
    di serie
  • Gancio traino 13 Pin
    500 euro (IVA esclusa)
  • Nissan Connect 7" con AVM
    1.100 euro (IVA esclusa)
  • Paraurti post. cromato
    di serie
  • Pedane laterali
    di serie
  • Retrocamera
    di serie
  • Specchietti retr. risc, e rip. elett.
    di serie
  • Vernice metallizzata
    500 euro (IVA esclusa)
Nissan Navara 2.3 dCi 4WD King Cab, la prova del pick-up giapponese

L'opinione dei lettori