Nissan Qashqai Tre quarti anteriore
  • pubblicato il 16-01-2013

Nissan Qashqai: la regina delle suv ha un asso in più, il 1.6 DCI da 320 CV

La regina delle suv ha un asso in più, il 1.6 DCI da 320 CV

IN BREVE
Non è certamente una piuma e ha bisogno di coppia per muoversi agile.Nissan la propone con questo propulsore che dà la giusta dose di verve e consuma poco. e si può abbinare alla trazione integrale inseribile.

La Qashqai è per la Casa giapponese quella mano servita a poker che ti cambia la serata quando sembra che il tavolo da gioco sia ostile.

Un full d’assi bello pronto che, davvero, non ti aspetti.

Perché, quando questo modello fu lanciato sul mercato nell’ormai lontano 2007, Nissan in Italia non era mai riuscita ad affermarsi con un’auto di taglia media.

Le sue fuoristrada erano apprezzate, ma i grandi numeri restavano riservati alla piccola Micra (piccola anche nei margini di guadagno).

Poi comparve sulle strade questa SUV, la Nissan Qashqai, dal nome strano ma dalla linea tanto semplice e piacevole: un mezzo polivalente, un po’ familiare per la capienza interna, un po’ compatta per le misure adatte alla città.

Scoppiò il fenomeno Qashqai, con liste di attesa per immatricolarla che si allungavano al crescere della sua popolarità.

Il gradimento spinse i progettisti ad affiancarle la versione a sette posti della nostra prova. Un’altra fortunata intuizione.

Questo modello, per quanto maturo, continua a piacere, specie adesso che è disponibile con il nuovo propulsore 1.6 dCi di provenienza Renault che, a fronte di una cilindrata contenuta, eroga 130 CV e di fatto ha soppiantato il più costoso 2.0 dCi da 150 CV.

Inoltre, la Nissan Qashqai 1.6 dCi può essere ordinata nella più versatile e funzionale variante 4WD, cioè con la trazione integrale inseribile che la rende agile quasi come una fuoristrada.

Quasi, perché in realtà la trazione 4x4 è più indicata sui fondi scivolosi che per superare twist e ostacoli.

La carrozzeria è poco protetta e le gomme non sono adatte all’uso professionale.

Mentre, quando nevica, disporre della trazione integrale con quattro gomme invernali può davvero fare la differenza, non solo in montagna.

Con il sistema 4WD inserito l’auto scarica in maniera equilibrata la coppia migliorando la stabilità, comunque ben controllata anche dall’ESP.

Motore

Un vantaggio pratico anche nella guida di tutti i giorni, perché il nuovo motore della Nissan Qashqai ha una bella verve con i suoi 320 Nm a 1.750 giri: in accelerazione la spinta si sente e il nostro V-Box ha registrato ottimi tempi per questa tipologia di vettura.

Per passare da 0 a 100 km/h bastano 10,7 secondi ma è soprattutto la ripresa a mostrarsi gradevole con 14,6 secondi nel test “90-130 km/h” in sesta.

In pratica, sopra gli 80 km/h si può inserire il rapporto superiore e dimenticarsi del cambio. La trasmissione manuale ha innesti fluidi e morbidi e, senza continuare a schiacciare la frizione, è più facile godersi il comfort di marcia.

Guida

Quest’ultimo nasce dalla buona insonorizzazione, ma anche dal compromesso raggiunto sulle sospensioni che, pur non penalizzando la guida agile e sicura, non rompono la schiena sullo sconnesso.

Quello che più si apprezza è la facilità di guida.

La versione Nissan Qashqai Tekna della nostra prova ha poi una dotazione completa, con tanti accessori per rendere gradevoli anche i viaggi più lunghi.

Il prezzo di listino è importante, ma non manca nulla sul fronte sicurezza e ci sono tre anni di garanzia.

Infine, l’usato mantiene buone quotazioni e i consumi sono più che interessanti con medie di 16 km/l.

SCHEDA TECNICA
  • Velocità max
    189 km/h
  • Acc 0-100 km/h
    11,6 sec
  • Cons urb/extra/mix
    13,6/20,8/17,5 km/l
  • Autonomia
    1.137 km
  • Emissione CO2
    149 g/km
  • Bollo
    247,68 euro
  • Costi chilometrici ACI
    10.000 km/0,63 euro
  • 20.000 km/0,43 euro
  • 30.000 km/0,37 euro
IDENTIKIT
Nissan Qashqai: la regina delle suv ha un asso in più, il 1.6 DCI da 320 CV

L'opinione dei lettori