Intro

Intro

La forza dell’oggettino in questione, poco più di un fazzoletto di stile e simpatia, s’intuisce tutta dal nome.

Perché per andare a scomodare niente di meno che Herr Adam, fondatore di Opel, significa che qui c’è qualcosa che scotta.

In senso buono, naturalmente.

Il metro di paragone? Vi basti sapere che, secondo la Casa, questa tedeschina saprà ritagliarsi uno spazio tutto suo in un segmento appannaggio di Mini e Fiat 500. Un gioco da nulla...

Le frecce al suo arco? Tanto per cominciare (novità delle novità in Opel) possibilità di personalizzazione pressoché infinite: i vulcanici esperti di marketing hanno calcolato più di un milione di configurazioni possibili.

Condite con look fresco, multimedialità alla portata di tutti e un comportamento stradale che s’annuncia graffiante.

Senza dimenticare un bel “value for money”.

Vediamo come si traduce tutto ciò su strada, dopo qualche giorno di stretta convivenza. 

0
10/06/2013 14:02
11/06/2013 13:00
I nostri rilevamenti
Gruppo caratteristicheCaratteristicaUnità di misuraValore

Tags: adam adam , citycar citycar , Opel Opel