• pubblicato il 22-02-2016

Opel Astra 1.6 CDTi 136 CV, la prova della compatta tedesca

Spaziosa e ben dotata, predilige il piacere di guida al comfort

PAGELLA
Città
6/10
Fuori città
7/10
Autostrada
6/10
Vita a bordo
7/10
Prezzo e costi
7/10
Sicurezza
8/10
VERDETTO
6.8/10
Verdetto

Abitabilità e tenuta di strada: sono questi i principali punti di forza della Opel Astra. Il motore 1.6 CDTi da 136 CV, però, potrebbe essere più silenzioso e più vivace.

La quinta generazione della Opel Astra è una delle sette candidate al titolo di Auto dell’Anno 2016 ed è anche, a nostro avviso, quella che ha maggiori possibilità di aggiudicarsi questo prestigioso riconoscimento.

Nella nostra prova su strada abbiamo avuto modo di analizzare la versione 1.6 CDTi 136 CV  - un propulsore dalla cilindrata contenuta che permette di risparmiare sull’assicurazione RC Auto - della compatta tedesca nel ricco allestimento Innovation. Scopriamo insieme i pregi e i difetti della “segmento C” di Rüsselsheim.

Città 6 /10
La nuova Opel Astra è più corta di 5 cm rispetto alla serie precedente ma...

La nuova Opel Astra è più corta di 5 cm rispetto alla serie precedente ma resta una compatta piuttosto ingombrante (4,37 metri di lunghezza non sono pochi). Nelle manovre bisogna anche fare i conti con l’assenza di protezioni per la carrozzeria e con montanti posteriori un po’ voluminosi. Per fortuna i sensori di parcheggio anteriori e posteriori sono di serie.

Gli ammortizzatori rigidi rispondono in maniera un po’ troppo secca sulle sconnessioni pronunciate e il motore - che offre una spinta interessante sopra i 2.000 giri - potrebbe essere più pronto nello spunto (9,6 secondi sullo “0-100”).

Fuori città 7 /10

Difficile trovare in commercio una “segmento C” più piacevole da guidare della Opel Astra: agilissima nelle curve, può inoltre vantare un cambio manuale a sei marce caratterizzato da una leva molto maneggevole.

Gli ingegneri tedeschi hanno lavorato molto bene sull’assetto (la taratura delle sospensioni privilegia il piacere di guida e mette in secondo piano il comfort) ma lo sterzo è poco comunicativo e dal propulsore ci saremmo aspettati più grinta. Una buona base di partenza per realizzare in futuro versioni sportive destinate a diventare un punto di riferimento nel segmento.

Autostrada 6 /10

Il comfort non è il punto di forza della Opel Astra 1.6 CDTi 136 CV: in accelerazione il motore si fa sentire, alle alte velocità emergono alcuni leggeri fruscii aerodinamici e molte concorrenti reagiscono meno bruscamente sugli avvallamenti.

Tra le note positive segnaliamo invece l’eccellente impianto frenante, la grande stabilità nei curvoni veloci e la costante sensazione di sentirsi protetti in ogni situazione di guida. L’autonomia dichiarata è di 1.229 km: nonostante il serbatoio molto piccolo (48 litri) si può cercare di superare quota 1.000. A patto di guidare come se si gareggiasse in un’economy run.

Vita a bordo 7 /10
La Opel Astra è una compatta molto spaziosa per i passeggeri

La Opel Astra è una compatta molto spaziosa per i passeggeri: poche rivali offrono un divano così largo e anche gli occupanti più alti non hanno problemi nella zona della testa. La capienza del bagagliaio (370 litri che diventano 1.210 quando si abbattono i sedili posteriori) è invece nella norma.

La plancia ha meno pulsanti rispetto a prima (anche se sono ancora troppi) ed è rivestita con plastiche morbide nella parte superiore. La zona più bassa presenta materiali meno “nobili” ma ben assemblati.

Prezzo e costi 7 /10

La Opel Astra 1.6 CDTi 136 CV Innovation ha un prezzo onesto (25.500 euro) e una dotazione di serie davvero completa: autoradio Bluetooth con USB, Android Auto e Apple CarPlay, cerchi in lega da 17”, cruise control, fendinebbia, navigatore, retrovisori riscaldati e ripiegabili elettricamente e sensori di parcheggio anteriori e posteriori.

La garanzia, però, è di soli due anni a chilometraggio illimitato mentre la tenuta del valore si preannuncia buona (stiamo pur sempre parlando di una compatta diesel tedesca). I consumi dichiarati recitano 25,6 km/l, guidando tranquilli si può rimanere sopra quota 20.

Sicurezza 8 /10

La Opel Astra è indubbiamente un’auto sicura: oltre ad aver ottenuto cinque stelle nei crash test Euro NCAP ha una dotazione completa. Airbag frontali, laterali e a tendina, attacchi Isofix, controlli di stabilità e trazione, Opel Eye (telecamera di rilevazione dei segnali stradali, assistente alla corsia di marcia e indicatore distanza di sicurezza dal veicolo che precede) e Sight & Light Pack (sensore crepuscolare, sensore pioggia e retrovisore fotoelettrocromatico). Da non sottovalutare, infine, Opel OnStar: risposta automatica in caso di incidente, chiamata di emergenza 24h/24, soccorso stradale, app per smartphone, assistenza per furto veicolo, diagnostica veicolo, richiesta indicazioni stradali e invio destinazione al navigatore e wifi collegabile fino a 7 dispositivi.

Incollata all’asfalto e con freni potenti, è penalizzata esclusivamente dallo sterzo poco reattivo e dalla visibilità posteriore ridotta (buona quella anteriore).

Scheda tecnica
  • Tecnica
  • Motore
    turbodiesel, 4 cilindri in linea
  • Cilindrata
    1.598 cc
  • Potenza max/giri
    100 kW (136 CV) a 3.500 giri
  • Coppia max/giri
    320 Nm a 2.000 giri
  • Omologazione
    Euro 6
  • Cambio/trazione
    manuale a 6 marce/anteriore
  • Capacità
  • Bagagliaio
    370/1.210 litri
  • Serbatoio
    48 litri
  • Prestazioni
  • Velocità max
    205 km/h
  • Acc. 0-100 km/h
    9,6 secondi
  • Consumo urb./extra/medio
    21,7/28,6/25,6 km/l
  • Autonomia
    1.229 km
  • Emissioni CO2
    103 g/km
  • Costi d'utilizzo
  • Prezzo
    25.500 euro
  • Bollo
    258,00 euro
Accessori
  • Autoradio
    di serie
  • Cerchi in lega da 17"
    di serie
  • Cruise control
    di serie
  • Fari adattivi a LED
    1.300 euro
  • Fendinebbia
    di serie
  • Interni in pelle
    1.800 euro
  • Navigatore satellitare
    di serie
  • Sensore pioggia
    di serie
  • Sensori di parch. ant. e post.
    di serie
  • Vernice metallizzata
    670 euro
Opel Astra 1.6 CDTi 136 CV, la prova della compatta tedesca

L'opinione dei lettori