Pronta negli scatti e beve davvero poco

Città

Nella giungla urbana, la Panda 4x4 sa difendersi bene.

Contro il caro carburante mette sul piatto un motore turbodiesel parsimonioso che ha anche il sistema stop&start per evitare qualsiasi spreco.

Inoltre c’è l’indicatore di cambiata: aiuta a usare la marcia giusta nel momento corretto.

Un propulsore che, nonostante abbia solo 75 CV, risulta molto brillante in partenza e ripresa, grazie alla coppia portata a 190 Nm (prima era pari a 145) a 1.500 giri e ai primi due rapporti del cambio ravvicinati.

Le sospensioni sorprendono per la capacità di assorbire i colpi, ma il comfort deve fare ancora i conti con alcune vibrazioni che arrivano dalla trasmissione, quando si riprende velocità con il motore sotto i 1.500 giri.

Al di sopra di questo valore, invece, l’auto viaggia fluida e compatta.

Come altri modelli Fiat, anche la Panda 4x4 ha la funzione city per il servosterzo che alleggerisce il comando sotto i 50 km/h e rende più agevoli le manovre.

In parcheggio, la visibilità posteriore è discreta.

Peccato che le protezioni della carrozzeria siano pensate più per la guida offroad che per le toccatine da città.

I sensori di parcheggio costano 300 euro.

0
23/01/2013 15:48
23/01/2013 15:48
fiat, panda, 4x4
I nostri rilevamenti
Gruppo caratteristicheCaratteristicaUnità di misuraValore

Tags: 4x4 4x4 , Fiat Fiat , Panda Panda