L’assetto è una sorpresa

Fuori città

Viaggiando sulle strade costellate di curve e tornanti, la Panda 4x4 sorprende con un assetto ben tarato che, a dispetto dell’altezza da terra incrementata di 5 cm, consente al guidatore di controllare bene l’inserimento di curva e di contrastare il sottosterzo.

Questi accorgimenti regalano un buon feeling che fa di questa Panda una vettura molto gradevole da guidare su qualsiasi tipo di percorso.

La precisione di guida si deve al giusto mix raggiunto tra affinamento delle sospensioni ed elettronica.

Sul fronte telaistico, all’anteriore, la classica struttura McPherson è stata rinforzata con una bielletta che accoppia il montante al braccio guida, permettendo al gruppo molla/ ammortizzatore uno scorrimento più fluido (aumenta il comfort e le reazioni dell’auto sono più progressive).

Al posteriore, Fiat ha perfezionato il ponte torcente che guida le ruote.

Un asse solido che incrementa la stabilità, ma permette anche di trovare regolazioni che riducano il sottosterzo in fase di inserimento, da qui la suddetta precisione di guida che si fa apprezzabile sul misto veloce.

Peccato per lo sterzo un po’ sterile, nel senso che non trasmette bene al guidatore lo stato di aderenza delle ruote anteriori, un difetto tipico dei comandi elettrici mono-pignone (un solo pignone per gestire sia la fase di sterzata sia quella di riallineamento).

0
23/01/2013 15:49
23/01/2013 15:49
fiat, panda, 4x4
I nostri rilevamenti
Gruppo caratteristicheCaratteristicaUnità di misuraValore

Tags: 4x4 4x4 , Fiat Fiat , Panda Panda