Se si spende cresce la versatilità

Vita a bordo

La Panda, a essere pignoli e rigorosi, va classificata tra le utilitarie.

Questa parola, tuttavia, ha perso significato di fronte al crescere delle dimensioni.

Come si fa a definire così un’auto lunga 3,68 metri, con cinque porte e, nel caso della Panda 4x4, con un prezzo che supera i 17.000 euro? Non c’è da stupirsi se l’abitacolo è comodo per quattro (il quinto posto è optional a 225 euro).

Inoltre, il bagagliaio, nonostante la presenza della trasmissione all’asse posteriore, contiene qualcosa in più della valigetta 24 ore: il volume minimo è di 225 litri che arriva a 870 abbattendo l’intero divano, frazionabile al 60/40% (a pagamento per 175 euro).

Per rendere più versatile l’abitacolo si può attingere dagli optional e installare il pack flex, che comprende l’omologazione a cinque posti, il sedile anteriore del passeggero abbattibile in avanti (utile per alloggiare oggetti molto lunghi), il divano frazionabile 50/50 ma scorrevole, il cargo box e le tasche asportabili sugli schienali anteriori: tutto per 500 euro.

Nelle finiture, infine, si vede una cura maggiore rispetto al vecchio modello: plastiche di qualità, con montaggi solidi, a prova di strada sconnessa.

E per la 4x4 c’è qualche personalizzazione ulteriore, come il vano davanti al freno a mano (in totale i portaoggetti sono 15) e i tessuti specifici per i sedili con colori verde (esemplare provato), sabbia e zucca.

0
23/01/2013 15:51
23/01/2013 15:51
fiat, panda, 4x4
I nostri rilevamenti
Gruppo caratteristicheCaratteristicaUnità di misuraValore

Tags: 4x4 4x4 , Fiat Fiat , Panda Panda