Design ok, ma la funzionalità...

peugeot-308-prove-su-strada
Vita a bordo

Il colpo d’occhio potrebbe ingannare. Il gusto minimalista con cui è arredato l’abitacolo sembra di estrazione svedese. Poi l’attenzione va sulla strumentazione e ogni dubbio svanisce: come sulla 208 e sulla 2008, in Peugeot hanno posizionato contagiri, tachimetro e computer di bordo idealmente sopra il volante.

In realtà, se chi guida predilige tenere lo sterzo alto - come l’ABC dell’ergonomia insegna - la corona occulta completamente il computer di bordo e i quadranti analogici rimangono solo in parte visibili. Va detto che, rispetto alla 208 e alla 2008, l’idea di far muovere la lancetta del contagiri (posizionato a destra) in senso antiorario giova alla leggibilità.

Si diceva del minimalismo, da non confondere con la banalità: l’interno della 308 trasmette un senso di ricercatezza pur nell’estrema pulizia delle linee. L’idea di raccogliere tutti i comandi relativi a climatizzatore, radio, telefono e navigatore nel modulo touch al centro della plancia ha liberato la console da moltissimi tasti. Il rovescio della medaglia è, però, la necessità di un doppio passaggio per ogni funzione che si vuole attivare: per selezionare la temperatura desiderata, per esempio, si deve prima premere il comando relativo alla climatizzazione. Al top del segmento, infine, la qualità: i materiali sono morbidi al tatto e tutte le superfici sono montate con accuratezza.

0
26/02/2014 21:51
26/02/2014 21:51
I nostri rilevamenti
Gruppo caratteristicheCaratteristicaUnità di misuraValore

Tags: 308 308 , compatte compatte , Peugeot Peugeot