Prova su Strada

Peugeot 308 SW BlueHDi 150, la prova della station wagon compatta francese

La familiare più venduta in Italia è una campionessa in "carico"

pagella

Città
6
/10
Fuori città
6
/10
Autostrada
7
/10
Vita a bordo
8
/10
Prezzo e costi
8
/10
Sicurezza
7
/10
verdetto
7
/10

I punti di forza della Peugeot 308 SW sono la versatilità e i bassi consumi: proprio quello che il cliente tipo di una station wagon cerca in un’auto.

Le station wagon compatte stanno perdendo terreno nei confronti delle SUV ma restano ottimi mezzi per le famiglie. Specialmente se sono valide come la Peugeot 308 SW, la familiare più venduta in Italia.

Nella nostra prova su strada abbiamo testato la versione BlueHDi 150 nell’allestimento Allure. Scopriamo insieme i pregi e i difetti della variante più versatile della “segmento C” francese.

Città

6
/10

La città non è l’habitat ideale della Peugeot 308 SW: la station wagon transalpina supera infatti i quattro metri e mezzo di lunghezza (4,59 metri, per la precisione) e nei parcheggi bisogna fare i conti con l’assenza di protezioni per la carrozzeria. Per fortuna i sensori anteriori e posteriori sono di serie.

Le sospensioni assorbono senza problemi le sconnessioni dell’asfalto mentre per quanto riguarda lo spunto da ferma va detto che il motore 2.0 turbodiesel BlueHDi da 150 CV e 370 Nm di coppia (caratterizzato da un’erogazione che diventa interessante quando si superano i 2.000 giri) è più elastico che grintoso.

6
/10

Fuori città

La Peugeot 308 SW BlueHDI 150 oggetto della nostra prova su strada è una familiare adatta a chi predilige uno stile di guida rilassato: le prestazioni dichiarate (210 km/h di velocità massima e 9,2 secondi per accelerare da 0 a 100 chilometri orari) non fanno gridare al miracolo.

Contraddistinta da un buon comportamento stradale (tenuta impeccabile, sospensioni non troppo rigide e rollio inesistente), monta un ottimo cambio manuale a sei marce dalla leva maneggevole e può vantare uno sterzo sensibile. Molto piacevole da gestire il volante piccolo.

Autostrada

7
/10

Silenziosa e comoda: la Peugeot 308 SW in autostrada si concentra sull’offrire tanto comfort al guidatore e ai passeggeri. I consumi contenuti consentono di ottenere un’autonomia notevole: la Casa del Leone dichiara 1.359 km e basta guidare con accortezza per stare tranquillamente sopra quota 1.000.

Vita a bordo

8
/10

Difficile trovare una station wagon compatta più versatile della Peugeot 308 SW della nostra prova su strada: i passeggeri posteriori hanno tantissimo spazio nella zona delle gambe e il bagagliaio è semplicemente immenso. In configurazione a cinque posti ha una capienza di 610 litri e quando si abbattono i sedili posteriori (operazione effettuabile mediante due pratiche levette posizionate nel vano) si arriva a ben 1.660 litri.

Caratterizzata da finiture curate, la familiare transalpina presenta una consolle centrale piuttosto spoglia: la maggior parte dei comandi, infatti, è gestibile solo attraverso il touchscreen. Almeno per quanto riguarda il climatizzatore avremmo preferito dei pulsanti tradizionali.

8
/10

Prezzo e costi

La Peugeot 308 SW BlueHDI 150 Allure oggetto della nostra prova su strada ha un prezzo nella media della categoria: 27.200 euro. La dotazione di serie è abbastanza completa: cerchi in lega da 17”, climatizzatore automatico bizona, cruise control, fari anteriori full LED, fendinebbia, navigatore satellitare, sensore luci, sensore pioggia e sensori di parcheggio anteriori e posteriori.

La tenuta del valore si preannuncia buona (stiamo pur sempre parlando della familiare più amata dagli italiani) mentre la garanzia è di soli due anni a chilometraggio illimitato (il minimo di legge). Eccezionali i consumi: 25,6 km/l dichiarati, oltre 20 ottenibili con uno stile di guida tranquillo.

Sicurezza

7
/10

La dotazione di sicurezza della Peugeot 308 SW è essenziale: airbag frontali, laterali e a tendina, attacchi Isofix e controlli di stabilità e trazione. L’utile pacchetto Driver Assistance Pack – che comprende, tra le altre cose, il cruise control adattivo e la frenata automatica d’emergenza – si paga a parte (650 euro).

La station wagon compatta del Leone è comunque un’auto molto sicura: ben piantata a terra (anche se con 34 cm in più di lunghezza rispetto alla versione a cinque porte non si può pretendere di avere la stessa agilità della berlina) e con una buona visibilità, frena molto bene.

Accessori
Cerchi in lega da 17"di serie
Fari a LEDdi serie
Interni in pelle1.490 euro
Navigatore satellitaredi serie
Sensore lucidi serie
Sensore pioggiadi serie
Sensori di parcheggio ant. e post.di serie
Tetto apribilenon disp.
Tetto panoramico550 euro
Vernice metallizzata600 euro
Auto Story

La storia delle multispazio Peugeot

La comodità di un'auto e la praticità di un veicolo commerciale

Il mondo Peugeot

Top Five Usato: compatte cinque porte turbodiesel, quale scegliere

Peugeot 308 Station Wagon

Peugeot: le cinque vittorie più importanti

Peugeot 207 SW 1.6 HDi 90 CV FAP (2009): pregi e difetti della piccola familiare francese

Peugeot 5008 1.6 THP (2009): pregi e difetti della monovolume francese