Prova su Strada

Peugeot Partner Tepee BlueHDi 120, la prova della multispazio francese

Comoda come un'auto, versatile come un furgone

pagella

Città
8
/10
Fuori città
8
/10
Autostrada
8
/10
Vita a bordo
7
/10
Prezzo e costi
6
/10
Sicurezza
8
/10
verdetto
7.5
/10

Gli anni passano ma la Peugeot Partner Tepee resta, insieme alla gemella Citroën Berlingo, la multispazio che più si avvicina come comfort ad un’automobile.

La Peugeot Partner Tepee è nata nello scorso decennio (più precisamente nel 2008) e ha beneficiato lo scorso anno dell’ultimo restyling ma nonostante l’età resta, con la gemella Citroën Berlingo, la multispazio più abile a nascondere le proprie origini (deriva da un veicolo commerciale).

Comoda – quasi – come un’auto (il pianale è lo stesso della monovolume 5008) ma versatile come un furgone, è un mezzo adatto ai padri di famiglia che cercano un veicolo “completo”. Nella nostra prova su strada abbiamo testato la versione BlueHDi 120 – dotata di un motore 1.6 turbodiesel da 120 CV – nell’allestimento Outdoor, che strizza l’occhio al mondo delle SUV. Scopriamo insieme i pregi e i difetti di questo modello.

Città

8
/10

I vantaggi dell’allestimento Outdoor sulla Peugeot Partner Tepee si notano soprattutto in città: le sospensioni rialzate consentono di superare senza problemi gli scalini (come con le Sport Utility) e le protezioni in plastica grezza nella parte inferiore della carrozzeria e quella sotto-motore mettono al riparo da qualsiasi “toccatina”.

La visibilità nei parcheggi è eccellente (merito delle ampie superfici vetrate) ma i sensori sono optional (300 euro) mentre nello scatto da ferma si può contare su un motore – il 1.6 turbodiesel BlueHDi da 120 CV – pronto sotto i 2.000 giri e ampiamente collaudato. Questo propulsore si trova infatti sotto il cofano di tutte le vetture della Casa transalpina (tranne la 108, la iOn e la Bipper Tepee).

8
/10

Fuori città

La Peugeot Partner Tepee BlueHDi 120 oggetto della nostra prova su strada non nasce – come tutte le multispazio – per correre (174 km/h di velocità massima e 12,9 secondi per accelerare da 0 a 100 chilometri orari). Rispetto alle rivali, però, offre un comportamento stradale più simile a quello di una vera automobile.

La posizione di seduta alta unita ad un volante quasi verticale garantisce una buona visuale senza lo scomodo “effetto van” che spesso penalizza il comfort su questa categoria di vetture. Lo sterzo è sensibile quanto basta e la leva rialzata del cambio manuale a sei marce è molto ergonomica.

Autostrada

8
/10

Difficile trovare una multispazio più silenziosa della Peugeot Partner Tepee (e della gemella Citroën Berlingo, naturalmente) alle alte velocità. Comoda nei lunghi viaggi e rassicurante nei cambi di direzione, presenta freni adeguati che perdono incisività solo nei rallentamenti più bruschi.

Per quanto riguarda l’autonomia la Casa transalpina dichiara una percorrenza di 1.362 km con un pieno ma con uno stile di guida adeguato si riesce a stare sopra quota 1000.

Vita a bordo

7
/10

La Peugeot Partner Tepee BlueHDi 120 protagonista della nostra prova su strada è, come tutte le multispazio, un’auto spaziosa e pratica ed è oltretutto impreziosita dalle utili barre sul tetto (di serie sulla versione Outdoor). L’abitacolo, accessibile attraverso due pratiche porte posteriori scorrevoli, è una miniera di sorprese: cassetto portaoggetti sotto il sedile del conducente, tavolini tipo aereo dietro agli schienali anteriori e tre sedili posteriori singoli ripiegabili a portafoglio e asportabili. Senza dimenticare il vano portaoggetti sotto il padiglione anteriore che ricorda le cappelliere degli aerei e il pratico lunotto apribile.

Il bagagliaio può accogliere fino a 3.000 litri ma il vano non è molto ampio (se paragonato a quelli della concorrenza) con tutti e cinque i posti occupati. Volendo – e pagando 750 euro in più – è possibile averla anche a sette posti. Capitolo finiture: a bordo si respira più un’aria di robustezza che di eleganza (la plancia è realizzata con plastiche rigide) e i pulsanti per gestire gli alzacristalli elettrici anteriori posizionati sulla consolle centrale invece che sulle portiere non sono il massimo dell’ergonomia.

6
/10

Prezzo e costi

Il prezzo della Peugeot Partner Tepee BlueHDi 120 Outdoor della nostra prova su strada è un po’ alto (24.550 euro) e la dotazione di serie comprende l’autoradio CD Mp3, i cerchi in lega da 16”, il climatizzatore automatico bizona, il cruise control e i fendinebbia.

La tenuta del valore si preannuncia interessante (le multispazio diesel sono generalmente piuttosto richieste) mentre la garanzia di soli due anni a chilometraggio illimitato (il minimo di legge) delude. I consumi dichiarati recitano 22,7 km/l, in realtà si sta tranquillamente sopra quota 15 in qualsiasi situazione di guida.

Sicurezza

8
/10

Airbag frontali e laterali, attacchi Isofix per i sedili laterali posteriori, controlli di stabilità e trazione con assistente per le partenze in salita e indicatore di perdita pressione pneumatici: è questa la dotazione di sicurezza della Peugeot Partner Tepee BlueHDi 120 Outdoor.

Su strada la multispazio del Leone è rassicurante ed è contraddistinta da un rollio non troppo marcato (per la categoria), i freni soffrono solo quando vengono affaticati e la visibilità è ottima in tutte le direzioni.

Scheda tecnica

Tecnica

Motoreturbodiesel, 4 cilindri in linea
Cilindrata1.560 cc
Potenza max/giri88 kW (120 CV) a 3.500 giri
Coppia max/giri300 Nm a 1.750 giri
OmologazioneEuro 6
Cambiomanuale a 6 marce

Capacità

Bagagliaion.d./3.000 litri
Serbatoio60 litri

Prestazioni e consumi

Velocità max174 km/h
Acc. 0-100 km/h12,9 s
Consumo urb./extra/misto20,4/23,8/22,7 km/l
Autonomia1.362 km
Emissioni CO2115 g/km

Costi d'utilizzo

Bollo227,04 euro
Prezzo 24.550 euro
Accessori
Autoradio CD MP3di serie
Cerchi in lega da 16"di serie
Climatizzatore aut. bizonadi serie
Cruise controldi serie
Fendinebbiadi serie
Interni in pellenon disp.
Navigatore satellitare1.000 euro
Sensori luci e pioggia150 euro
Sensori di parcheggio ant. e post.300 euro
Vernice metallizzata525 euro
Auto Story

La storia delle multispazio Peugeot

La comodità di un'auto e la praticità di un veicolo commerciale

Il mondo Peugeot

Top Five Usato: multispazio diesel da 75 CV, quale scegliere

Top Five Usato: monovolume e multispazio turbodiesel, quale scegliere

Peugeot: le cinque vittorie più importanti

Peugeot 207 SW 1.6 HDi 90 CV FAP (2009): pregi e difetti della piccola familiare francese

Peugeot 5008 1.6 THP (2009): pregi e difetti della monovolume francese