• pubblicato il 26-04-2017

Renault Scenic dCi 130 Bose

di Francesco Irace

Ecco i pregi e i difetti della nuova monovolume un po' crossover della Casa francese 

PAGELLA
Città
7/10
Fuori città
8/10
Autostrada
8/10
Vita a bordo
8/10
Prezzo e costi
8/10
Sicurezza
9/10
VERDETTO
8/10
Verdetto

La Scenic è un’auto spaziosa, ben rifinita, comoda e dal design accattivante. È la vettura ideale per la famiglia ma anche per chi ha bisogno di spazio per i suoi attrezzi sportivi e non. La versione diesel da 130 CV è efficiente e performante. Peccato per i tavolini dietro che riducono sensibilmente lo spazio riservato alle gambe dei passeggeri. 

La Renault Scenic si è aggiornata nel 2016 debuttando sul mercato con un nuovo look, molto ispirato a quello dei crossover (è più alta del modello precedente), e con contenuti sempre più moderni e tecnologici. Monta cerchi in lega da 20’ di serie, che oltre a rendere l’aspetto dell’auto molto piacevole, contribuiscono a migliorare la dinamica di guida. Ed è dotata di tutti i più recenti sistemi di sicurezza: c’è di serie il sistema di frenata d’emergenza attiva con il rilevamento dei pedoni, giusto per citarne uno dei più importanti. Nella nostra prova su strada abbiamo analizzato la versione dCi 130 con trasmissione manuale a sei rapporti, spinta dal quattro cilindri da 1598cc capace di erogare una potenza di 131 CV, nell’equipaggiamento top di gamma Bose. 

Città 7 /10
Non va affatto male in città

Con i suoi 441 cm di lunghezza (è larga 187 e alta 165 cm), la nuova Renault Scenic non se la cava male in città. Certo bisogna abituarsi all’inizio alla plancia che per come è sviluppata rende difficile la percezione delle reali misure della vettura. Ma è solo questione di tempo. In generale la proporzione tra spazio interno e ingombro esterno è strabiliante per molti aspetti. La telecamera posteriore e i sensori di parcheggio aiutano comunque molto quando ci si muove negli spazi stretti. Dove la Scenic, tra l’altro, sfodera una agilità e una facilità di guida che per certi versi non ti aspetti. I cerchi da 20’’, che valorizzano tantissimo l’estetica, non digeriscono alla perfezione l’asfalto rovinato e le buche: ma non si può avere tutto. Bene l’accoppiata cambio-frizione, anche se su una monovolume così comoda preferirei sempre l’automatico EDC

Fuori città 8 /10
Assetto equilibrato e motore brillante

Quando si abbandonano le mura urbane si apprezzano altri aspetti della Scenic. Che pur non essendo un’auto sportiva, riesce a garantire un comportamento dinamico molto equilibrato, sostenuto: complice l’assetto rigido e, appunto, i cerchi di grosse dimensioni. Si comporta bene tra le curve, non coricandosi troppo, e grazie al motore da 130 CV riesce anche ad assicurare un ottimo spunto: d’altronde sui propulsori Renault si casca sempre in piedi. Performance, dunque, ma anche efficienza. Perché nel misto sono riuscito a registrare consumi pari a 5.1 litri per 100 km: davvero niente male. 

Autostrada 8 /10
Gran comfort. Da migliorare solo l'insonorizzazione

Anche l’autostrada, ovviamente, rappresenta per la Scenic un terreno su cui muoversi con disinvoltura, nonostante l’insonorizzazione ulteriormente migliorabile. Il livello di comfort offerto è davvero molto elevato. L’ampio parabrezza dà una gran sensazione di controllo, mentre la presenza dei tanti, importantissimi, sistemi tecnologici (vedi Cruise Control adattivo con frenata di emergenza e mantenimento della corsia) permette una guida sicura e rilassata. Anche in questo caso ho registrato consumi soddisfacenti: ad una velocità costante di 130 km/h ho consumato 5,4l/100 km

Vita a bordo 8 /10
Molto ben rifinita. Ma meglio senza "tavolini posteriori"

All’interno della Renault Scenic si sta molto comodi in cinque, ma a patto che i passeggeri che occupano il divano posteriore non siano troppo alti. Purtroppo la presenza dei tavolini, comodi e funzionali, pensati per chi siede dietro limita lo spazio riservato alle gambe dei passeggeri. Ma non è un problema: basta scegliere un allestimento che non li includa di serie. Per il resto solo lodi. La versione Bose vanta rifiniture ottime, con la selleria in pelle elegante e ben fatta. Il bagagliaio è molto spazioso (506 litri). La postazione di guida è comoda, il sistema di infotainment è chiaro e completo, e c’è anche il massaggio lombare per la schiena del guidatore: un toccasana. Inoltre il Bose Sound System, che assicura una qualità di ascolto di elevato livello, rende l’auto ancora più piacevole, soprattutto nei lunghi viaggi. 

Prezzo e costi 8 /10

La versione Bose della Renault Scenic (con cambio manuale) ha un prezzo di listino di 30.750 euro, e prevede, tra le altre cose: cerchi in lega Quartz, fari Full LED, Sistema di infotainment R Link2, retrovisore interno fotocromatico e sorveglianza bambini, volante in pelle nappa e sedile conducente con regolazione lombare elettrica e massaggio. 

Sicurezza 9 /10

La nuova Renault Scenic ha ottenuto 5 stelle nei test EuroNCAP ed è dotata dei più recenti sistemi di sicurezza. Su tutti i modelli ci sono di serie il sistema di riconoscimento dei pedoni con frenata di emergenza automatica e il sistema elettronico di controllo della stabilità ESC (ESP). Passando dall’allestimento base a quelli più completi troviamo via via tutti i sistemi più recenti, come il rilevatore di stanchezza, il riconoscimento della segnaletica con allerta superamento limite, sensori di parcheggio e Visio System (Intelligent Keep Lane Assistant). 

I nostri rilevamenti
  • Scheda tecnica
  • Dimensioni
    441/187/165
  • Motore
    4 cilindri da 1.598 da 131 CV
  • Prestazioni
    190 km/h di vel.max e 11,4 sec da 0 a 100 km/h
  • Consumi
    22,2km/l
  • Bagagliaio
    506 litri