Vita a bordo

vita-a-bordo
Vita a bordo

Le vecchie Twingo erano famose per avere un abitacolo immenso, questa no: è omologata per quattro persone ma il divano posteriore è troppo stretto per garantire un sufficiente livello di comodità nei lunghi viaggi. Il bagagliaio non soddisfa le esigenze di una coppia e ha una soglia di carico alta per via del motore posizionato sotto ma ha una capienza (188 litri che diventano 980 quando si abbattono i sedili posteriori) che non deluderà gli automobilisti abituati alle citycar. Molto interessante il sedile del passeggero anteriore ripiegabile, offerto di serie sulla vettura da noi provata.

Capitolo finiture: la carrozzeria della Renault Twingo presenta dei buoni accoppiamenti e la plancia è realizzata con plastiche rigide (come la stragrande maggioranza delle concorrenti) ma ben assemblate. I vetri posteriori a compasso (soluzione per risparmiare sui costi di produzione adottata anche da Citroën C1/Peugeot 108/Toyota Aygo e da Seat Mii/Skoda Citigo/Volkswagen up!) possono non piacere a tutti.

Il clacson finalmente è stato spostato sul volante (prima per azionare la segnalazione acustica bisognava premere la levetta delle frecce) ma - come da tradizione Renault - il pulsante del cruise control si trova in una posizione scomoda (in questo caso davanti al cambio): chi non ha mai posseduto una vettura della Casa francese può impiegare giorni per trovarlo.

Molto interessante il sedile del passeggero anteriore ripiegabile
7
26/10/2014 22:59
26/10/2014 22:59
I nostri rilevamenti
IntestazioneLabelUnità di misura *NON USARE*Descrizione