Prova su Strada

Seat Ibiza 1.0 EcoTSI, la prova della piccola spagnola

Grazie al nuovo motore turbo a benzina la cugina iberica della Volkswagen Polo diventa molto interessante

pagella

Città
7
/10
Fuori città
8
/10
Autostrada
9
/10
Vita a bordo
8
/10
Prezzo e costi
7
/10
Sicurezza
7
/10
verdetto
7.6
/10

La Seat Ibiza è una piccola in là con gli anni ma ancora molto valida, soprattutto con il nuovo motore turbo 1.0 EcoTSI, vivace e poco assetato di benzina.

Nonostante gli otto anni di età la Seat Ibizapiccola spagnola giunta alla quarta generazione – si difende bene sul mercato: merito del pianale condiviso con le “cugine” Audi A1, Skoda Fabia e Volkswagen Polo e di un design ancora oggi gradevole realizzato da Luc Donckerwolke (l’uomo che ha creato le Lamborghini Murciélago e Gallardo).

Grazie al nuovo motore 1.0 EcoTSI presente sulla versione protagonista della nostra prova su strada, poi, la “segmento B” iberica si candida ad essere una delle “utilitarie” più interessanti del listino. Scopriamo insieme i pregi e i difetti della variante Connect: un allestimento ricco di tecnologia che offre di serie il touchscreen a colori da 6,5”, la radio Bluetooth CD Mp3 Aux USB SD con funzione audio streaming e comandi vocali, il Seat Full Link e persino… uno smartphone (il Samsung Galaxy A3).

Città

7
/10

La Seat Ibiza 1.0 EcoTSI oggetto della nostra prova su strada non è tra le piccole più adatte alla città: colpa della lunghezza che supera i quattro metri, dell’assenza di protezioni per la carrozzeria e di un montante posteriore un po’ troppo voluminoso che penalizza la visibilità.

Un po’ duretta al posteriore sulle buche più pronunciate, ospita però sotto il cofano un motore eccezionale: un 1.0 turbo a benzina a tre cilindri pronto sotto i 2.000 giri e in grado di offrire un buono spunto quando il semaforo diventa verde (10,4 secondi sullo “0-100”).

8
/10

Fuori città

Un’auto piacevole da guidare: questa è, in sintesi, la Seat Ibiza. Sincera nelle curve e con sospensioni non troppo morbide (ma neanche esageratamente rigide), ha un propulsore elastico contraddistinto da un’erogazione convincente sotto i 2.000 giri.

A tutto questo si aggiunge uno sterzo particolarmente sensibile e un cambio manuale a cinque marce con l’ultimo rapporto “lungo” che contribuisce a ridurre i consumi.

Autostrada

9
/10

La Seat Ibiza 1.0 EcoTSI guidata nella nostra prova su strada ha solo tre cilindri ma alle alte velocità è talmente silenziosa che non si nota. Il comfort è garantito anche da un abitacolo ben insonorizzato, dall’assenza pressoché totale di fruscii aerodinamici e da ammortizzatori che reagiscono bene sugli avvallamenti leggeri.

Anche nei cambi di corsia a 130 km/h si ha la costante sensazione di essere a bordo di un auto molto ben piantata a terra. La sicurezza percepita è buona ma potrebbe essere ottima con dei freni dalla risposta più immediata. Per quanto riguarda l’autonomia la Casa spagnola dichiara 1.071 km ma nella realtà è impossibile raggiungere quota 900.

Vita a bordo

8
/10

Lo sfruttamento degli spazi interni non è il punto di forza della Seat Ibiza: l’abitacolo presenta qualche vano portaoggetti e il bagagliaio ha una capienza nella media del segmento (292 litri). Piuttosto scomoda la procedura per avere un vano abbastanza piatto quando si abbattono i sedili posteriori: prima bisogna posizionare la seduta in verticale contro quelli anteriori.

Capitolo finiture: la plancia ha un design datato ma presenta assemblaggi precisi e materiali (plastiche morbide nella parte superiore) decisamente migliorati rispetto a quelli adottati dalle versioni pre-restyling. Buona l’ergonomia dei comandi.

7
/10

Prezzo e costi

La Seat Ibiza 1.0 EcoTSI Connect Grey oggetto della nostra prova su strada ha un prezzo interessante (16.000 euro) e una dotazione di serie convincente: cerchi in lega da 16”, climatizzatore manuale, sedile del guidatore regolabile in altezza, Seat Media System Plus (touchscreen 6,5” a colori, 6 altoparlanti, lettore CD MP3, ingressi Aux, USB, SD e vivavoce Bluetooth con funzioni audio streaming e comandi vocali) e Seat Full Link.

Eccellenti i consumi (23,8 km/l dichiarati, sempre quota 15 in qualsiasi situazione) mentre le note stonate arrivano dalla garanzia (solo due anni a chilometraggio illimitato, il minimo di legge) e dalla tenuta del valore: la piccola spagnola è un po’ vecchiotta e nonostante un propulsore fantastico sarà poco richiesta, a nostro avviso, sul mercato dell’usato.

Sicurezza

7
/10

La dotazione di sicurezza della Seat Ibiza protagonista della nostra prova su strada comprende airbag frontali e laterali testa/torace, assistente partenze in salita, attacchi Isofix, controlli di stabilità e trazione, cruise control, frenata anti collisione multipla, monitoraggio pressione pneumatici e rilevatore di stanchezza conducente. Il tutto unito a cinque stelle ottenute nei crash test Euro NCAP.

Sempre sincera nelle curve e ben supportata dagli aiuti elettronici nelle manovre d’emergenza, ha una buona visibilità anteriore ma delude alla voce “frenata” (poco incisiva).

Scheda tecnica

Tecnica

Motoreturbo benzina, 3 cilindri in linea
Cilindrata999 cc
Potenza max/giri70 kW (95 CV) a 5.000 giri
Coppia max/giri160 Nm a 1.500 giri
OmologazioneEuro 6
Cambio/trazionemanuale a 5 marce/anteriore

Capacità

Bagagliaio292/n.d. litri
Serbatoio45 litri

Prestazioni e consumi

Velocità max187 km/h
Acc. 0-100 km/h10,4 secondi
Consumo urb./extra/medio20,0/27,0/23,8 km/l
Autonomia1.071 km
Emissioni CO297 g/km

Costi d'utilizzo

Bollo180,60 euro
Prezzo 16.000 euro
Accessori
Climatizzatore manualedi serie
Cruise controldi serie
Fari a LEDnon disp.
Fari allo xeno500 euro
Fendinebbia190 euro
Frenata automaticadi serie
Interni in pellenon disp.
Navigatore satellitare400 euro
Sensori di parcheggio post.270 euro
Vernice metallizzata510 euro
Foto

Seat Ibiza, la storia in foto

Quattro generazioni e un carattere sempre più sportivo.