fuori città

fuori città
Fuori città

Nonostante la Auris sia una station wagon familiare dallo spirito ecologico, è un’auto sorprendentemente agile e divertente da guidare. Siamo rimasti sorpresi dallo sterzo: leggero, rapido e progressivo, quasi da vettura sportiva, merito anche dei cerchi da 17”. Anche il telaio è agile e gli ammortizzatori sono tarati molto bene, in modo da offrire un buon comfort sulle sconnessioni, senza però sacrificare la reattività dell’auto in curva.

Peccato che il motore ibrido non disponga di una potenza all’altezza di un telaio così ben riuscito. Schiacciando a fondo sul gas la lancetta del contagiri si illuminerà di rosso, ricordandovi che lei va guidata in modo ecologico. Anche selezionando la modalità “Power”, la situazione non migliora: la coppia del motore elettrico si sente, la spinta iniziale c’è, ma il cambio CVT rende praticamente insensibile l’acceleratore nella guida sportiva, causando solo slittamento e dissipando i cavalli e la coppia a disposizione.
Ma se state alle sue regole, la Auris vi ripagherà portandovi in giro in silenzio e nonchalance. È qui che si inzia ad apprezzare il cambio CVT. L’erogazione infatti è fluida e vellutata e il passaggio da more elettrico a quello termico (e viceversa) è quasi impercettibile.

Il computer di bordo vi fornirà tutte le informazioni necessarie sul funzionamento dei due motori, nonché i dati relativi al vostro percorso e ai consumi, in modo da indicarvi sempre il modo più ecologico di guidare. Se si viaggia in città o in statale, i consumi sono davvero buoni. Raramente siamo riusciti a raggiungere i dati dichiarati dalle Case, ma con la Auris Hybrid, in un percorso extraurbano di circa 100 Km siamo riusciti a fare addirittura meglio, percorrendo in media 27 Km con un litro di carburante.

"È un’auto sorprendentemente agile e divertente da guidare"
8
06/01/2016 18:15
06/01/2016 18:15
I nostri rilevamenti
IntestazioneLabelUnità di misura *NON USARE*Descrizione