Tutta un’altra Golf

Vita a bordo

La svolta è di quelle epocali: tutto, sulla Golf, è stato ripensato, riprogettato, ridisegnato.

I comandi sul volante, per esempio, hanno una nuova logica che implementa le funzioni sempre più numerose dei sistemi di assistenza alla guida.

Rivoluzionato l’infotainment: grazie a un sensore di prossimità, non appena un dito si avvicina al touchscreen, il sistema passa dalla modalità di visualizzazione (più semplice) a quella di comando (completa); di chiara ispirazione smartphone/tablet è invece la funzione con la quale, tramite movimenti delle dita sullo schermo, è possibile far scorrere gli elenchi.

Ma la Golf non parla solo il linguaggio dei giovani, perché la posizione di guida finemente regolabile, insieme al corretto allineamento di volante, sedile e pedaliera, permette di arrivare a destinazione con muscoli e articolazioni in piena forma.

Elevati, come da tradizione, gli standard qualitativi di materiali e assemblaggio. Tuttavia, se le plastiche mostrano qualche concessione al contenimento dei costi nelle zone meno in vista, il montaggio è rigoroso anche nella parte bassa della plancia.

L’abitabilità? Paragonabile a quella delle rivali: in quattro, anche di statura più elevata della media, si viaggia comodi, mentre in cinque manca qualche cm a livello delle spalle.

Nella media della categoria anche il bagagliaio, ampio e ben sfruttabile.

0
09/01/2013 16:51
09/01/2013 16:51
volkswagen, golf, compatte
I nostri rilevamenti
Gruppo caratteristicheCaratteristicaUnità di misuraValore