Più agile del previsto

Città

Muso spiovente e coda che non si capisce dove finisce: parcheggiare richiede un minimo di attenzione all’inizio, per quanto il bip dei sensori di parcheggio sia un aiuto fondamentale.

Poi prese le misure ci si accorge che serve sempre meno spazio di quello che si pensa, anche se, come accade su tutte le vetture di ultima generazione, i fascioni paracolpi verniciati, qualche patema da striatura, lo fanno venire.

Una volta usciti dalle righe blu, con agilità, merito dello sterzo con ampio angolo, la Turbo fila via con un filo di gas, basta lasciare il settaggio dov’è, senza attivare la funzione Sport, riservandola per altre e più gratificanti situazioni.

Sul pavé milanese, uno dei peggiori al mondo, si avverte una evidente rigidezza del sistema delle sospensioni, ma senza mai soffrire rimbalzi delle gomme o eccessi di saltellamento, come accade su anche più blasonate sportive.

0
16/03/2012 13:13
16/03/2012 13:13
volkswagen, maggiolino, auto sportiva
I nostri rilevamenti
Gruppo caratteristicheCaratteristicaUnità di misuraValore