Wiesmann Roadster MF3 - La linea
  • pubblicato il 16-09-2011

Wiesmann MF3: in pensione con stile

In pensione ma con stile. 18 esemplari per la Final Edition, con verniciature speciali e interni personalizzati

Un tuffo tra storia e modernità dell’automobilismo, la Casa tedesca Wiesmann ha portato la sua MF3 al Salone di Francoforte in occasione del suo 18esimo compleanno.

Questa roadster creata nel 1993 dopo un lavoro accurato di anni, rappresenta un perfetto connubio tra le auto classiche sportive del passato e la meccanica moderna, nel caso di questo costruttore, targata BMW.

18 esemplari tutti diversi

La kermesse tedesca è stata usata come palcoscenico di addio della MF3, che va in pensione e verrà rinnovata.

Per l’occasione è stata presentata nello stand di Francoforte tutta un’ intera gamma Final Edition creata in collaborazione con il marchio di accessori di moda Sieger.

Questa serie speciale è composta da ben 18 esemplari tutti personalizzati con verniciature e abbinamenti di colori differenti, caratterizzati da sportive strisce longitudinali che percorrono il cofano e il retrotreno della vettura.

Stesso trattamento “speciale” riservato anche agli interni. La Wiesmann MF3 final edition avrà infatti le porte, i sedili e il volante completamente ridisegnati con cerchioni e profili battitacco personalizzati.

Motore e numeri

Il motore è ancora, per l’ultima volta, il poderoso 6 cilindri di provenienza BMW da 3246 cc. Questo propulsore, che si fa onore sotto il cofano della MF3 dal 1993, ha una potenza di ben 343 CV e una coppia massima di 356 Nm.

La roadster tedesca avrà pure un aspetto retrò, ma le prestazioni hanno davvero poco da invidiare alle supersportive di ultima generazione: la velocità di punta della MF3 è di 255 km/h e lo scatto da 0 a 100 km/h lo copre in soli 4,9 secondi. Per gli amanti dei numeri questo gioiellino è lungo 3,86 m, largo 1,16 m e alto 1,16 m mentre il peso è pari a 1180 Kg.

Wiesmann MF3: in pensione con stile

L'opinione dei lettori