• pubblicato il 24-04-2012

Eterniti Artemis

Presentato al salone di Pechino 2012, interni da limousine e 600 CV a disposizione

Il Salone di Pechino non è un palcoscenico solo per grandi marchi, le sorprese della kermesse asiatica provengono, infatti, anche da marchi minori come il caso della londinese Eterniti che ha portato nella Capitale cinese il suo secondo prodotto, la Artemis (il primo era stato la Hemera vista al Salone di Francoforte).

Si tratta di un “super” SUV di lusso basato sulla Porsche Cayenne che sarà venduto ad un prezzo di circa 250.000 euro (tasse escluse) a partire da questa estate. Un prodotto di nicchia, dunque, che si inserisce nel segmento delle Sport Utility di lusso dove competono giganti del calibro di Bentley, Lamborghini e Maserati.

Motore e prestazioni da supercar

Sotto il cofano della Eterniti Artemis pulsa il motore della Cayenne, il V8 da 4,8 litri con doppia asovralimentazione capace di erogare fino a 600 CV con una coppia di 750 Nm. Le prestazioni si avvicinano a quelle di una supercar: da 0 a 100 km/h in 4,5 secondi e velocità massima di 290 km/h. Anche la messa a punto di questo bolide è da considerarsi di alta qualità: il pilota di Formula 1 Johnny Herbert ha effettuato i test durante la fase di sviluppo, mentre la vettura è stata creata da un team specializzato guidato da Alastair Macqueen.

Interni da Limoiusine

Per il resto la vettura è un tripudio di lusso su quattro ruote. Gli interni sono interamente artigianali, con rivestimenti in pelli tra le più pregiate, trapuntati con finiture e cuciture a contrasto sia per la plancia, che per i sedili (riscaldabili) e i pannelli delle portiere, impiallacciature di legno naturale, elementi in fibra di carbonio, tetto panoramico e sistema audio di alta gamma. I sedili posteriori sono separati con 100 mm di spazio in più per le gambe (rispetto alla Cayenne) e regolabili separatamente.

Eterniti Artemis

L'opinione dei lettori