• pubblicato il 24-04-2012

Jeep Wrangler Dragon: la show car per il Salone di Pechino

Il fuoristrada americano si fregia dell'icona simbolo della Cina, il drago dorato

Il 2012, in Cina, è l'anno del drago, simbolo di forza e potenza. È questa l'icona che caratterizza il concept presentato dal marchio Jeep al Salone di Pechino 2012, la Wrangler Dragon. L'off-road per eccellenza d'oltre oceano si fregia così del simbolo della cultura cinese, il drago, e del suo colore rappresentativo, il bronzo-oro.

Una show car ad opera d'arte

Questo spettacolare prototipo è basato sulla versione Rubicon della Wrangler Unlimited (quella per il mercato cinese) ed è caratterizzato da una livrea di base nera con hard top in tinta, impreziosita e rifinita con dettagli a contrasto in color bronzo-oro come la griglia frontale, le cornici dei fari, la placca Jeep posta all'anteriore e al posteriore, i bulloni dello sportello carburante e i coprimozzi delle ruote.

I cerchi sono a cinque razze da 18 pollici, neri opachi con contorni dorati, e calzano pneumatici offroad da 35 pollici. La silhouette di un drago, in grigio chiaro, percorre la fiancata del fuoristrada fino ad abbracciare il cofano motore. Stessa icona è impressa, in bronzo oro, sul copri motore in carbonio collocato sotto il cofano, e sulla ruota di scorta. I gruppi ottici e lo sportello del serbatoio sono firmati Mopar.

Sedili in “pelle di drago”

L'abitacolo riprende lo stesso accostamento cromatico, nero con rifiniture a contrasto in giallo, dell'esterno della vettura. I rivestimenti sono in pelle per sedili, cruscotto, pannelli delle portiere e volante. Quest'ultimo decorato anche con inserti in bronzo. I poggiatesta sono infine “tatuati” con una tecnica laser che ne ha impresso lo stemma del dragone mentre la parte laterale delle poltrone è    decorata con una speciale texture a “pelle di drago”.

Il motore dedicato a questa Show Car da salone è il V6 Pentastar da 3.6 litri della potenza di 284 cavalli e 347 Nm.

Jeep Wrangler Dragon: la show car per il Salone di Pechino

L'opinione dei lettori