Le foto di EICMA 2013

Yamaha a EICMA 2013: un mare di novità

Sei moto, tre scooter e quattro due ruote modificate: tante anteprime per la Casa giapponese

di Marco Coletto -

Impossibile trovare a EICMA 2013 una Casa con più novità di Yamaha. Il marchio giapponese ha infatti approfittato della rassegna milanese per lanciare ben tredici anteprime: sei moto, tre scooter e quattro due ruote personalizzate. Scopriamole insieme nel dettaglio.

Yamaha MT-07

La bicilindrica Yamaha MT-07 vuole diventare un punto di riferimento tra le moto entry-level. Ha un design sexy caratterizzato dalle prese d’aria a forma di “Z” introdotte per la prima volta nel 1985 sulla prima VMAX e da collettori di scarico corti.

Il motore genera una potenza di 75 CV ed è abbinato ad un cambio a sei marce. Arriverà nelle concessionarie a febbraio 2014: a marzo debutterà la variante con ABS mentre in primaverà sarà disponibile un kit di depotenziamento per far rientrare la moto nel limite dei 35 kW previsti dalla guida con patente A2.

Yamaha MT-09 Street Rally

La Street Rally è una variante della Yamaha MT-09 ispirata al mondo delle motard più sportive. Facile distinguerla dalle versioni “normali” per via di una serie di componenti speciali come la tabella portanumero frontale integrata con i paramani, il piccolo becco sotto il faro, i portanumero laterali e le piccole carenature ai lati del carter motore.

Da non sottovalutare, inoltre, la sella piatta e rialzata e le pedane d’ispirazione off-road: due componenti che cambiano la posizione di guida rispetto alla MT-09 “standard”. La Street Rally arriverà a gennaio 2014 e avrà un prezzo di 8.490 euro, 8.990 per quella con l’ABS, che debutterà il mese successivo.

Yamaha SR400

La Yamaha SR400 – giunta al 35° anno di vita – torna nel nostro Paese per diventare protagonista nel segmento delle Sport Classic e nell’universo del customizing a lei collegato. Il motore monocilindrico a quattro tempi ad iniezione elettronica si avvia esclusivamente a pedale e il cavalletto centrale di serie facilita i lavori di personalizzazione in garage. Il prezzo? 5.990 euro.

Yamaha XT1200ZE Super Ténéré

La XT1200ZE Super Ténéré è la più avanzata Adventure prodotta da Yamaha. Merito degli aggiornamenti al motore (2 CV in più) e alla ciclistica ma soprattutto alle nuove sospensioni regolabili elettronicamente.

La dotazione di serie si arricchisce del cruise control, della strumentazione full LCD con indicatore di marcia e del parabrezza regolabile in 4 posizioni (senza più l’esigenza di usare chiavi) e il controllo di trazione a tre modalità è stato rivisto nei settaggi. Arriverà a gennaio 2014 e avrà un prezzo di 15.390 euro.

Yamaha XVS1300 Custom

La Yamaha XVS1300 Custom è una moto ispirata ai chopper, dotata di un motore bicilindrico raffreddato a liquido (ma con un design che simula il raffreddamento ad aria) e caratterizzata da una forcella inclinata di 40°, dai parafanghi in acciaio e da una sella lontana da terra solo 67 cm. Arriverà a febbraio 2014 e avrà un prezzo di 10.990 euro.

Yamaha XVS1300A CFD

La Yamaha XVS1300A CFD (acronimo di Casual Full Dress), più orientata verso il segmento delle cruiser, è contraddistinta dal cupolino dalle forme generose e da capienti borse laterali rigide. La vedremo nelle concessionarie a febbraio 2014.

Yamaha Concept Tricity

La Yamaha sbarca nel segmento delle tre ruote con la Concept Tricity, un prototipo che anticipa le forme di un mezzo che arriverà sul mercato entro l’estate del 2014. Il modello di serie sarà molto più leggero dei rivali (150 kg a secco, quanto uno scooter tradizionale 125), monterà un motore 125 a quattro tempi, potrà ospitare un casco integrale nel vano sottosella e avrà un prezzo inferiore a 4.000 euro.

Yamaha X-MAX 125 e 250

Gli Yamaha X-MAX 125 e 250, derivati dal fratello maggiore 400, hanno beneficiato di un profondo restyling che ha modificato la ciclistica e lo stile. Le nuove carene, più compatte ed aerodinamiche, esaltano la sportività senza rinunciare alla praticità: il vano sottosella può contenere ben due caschi integrali mentre i due portaoggetti (uno con serratura) nel retroscudo possono accogliere piccoli oggetti.

Il peso ha subito una riduzione rispetto alla versione precedente (4 kg in meno per il 125, 2 per il 250), la taratura delle sospensioni è stata rivista per migliorare il comfort e assicurare una maggiore precisione nei cambi di direzione e il nuovo disegno della sella, con supporto lombare per il pilota, consente una posizione di guida più eretta.

Tra le novità presenti su Yamaha X-MAX 125 e 250 non sono da sottovalutare, infine, la nuova strumentazione full LCD (che comprende il tachimetro digitale, il contagiri, i dati sul consumo di carburante, le informazioni sulla manutenzione ed il tripmeter), le inedite luci posteriori a LED e i cerchi in alluminio con razze più sottili che contribuiscono a migliorare l’azione di assorbimento e la rapidità di risposta delle sospensioni.

I prezzi? 4.190 euro per il 125 (già in listino) e 4.590 euro per il 250 (che arriverà a febbraio 2014). Per entrambe le versioni il sovrapprezzo per l’ABS è di 400 euro.

Yamaha TMAX Bronze MAX

Si chiama Bronze MAX il top di gamma di Yamaha TMAX. Questa versione a tiratura limitata del re dei maxiscooter è caratterizzata dalla tonalità bronzea (che si ripete anche nei cerchi) per la carrozzeria, impreziosita da alcuni elementi verniciati in nero lucido (come i fianchetti laterali a “boomerang”, il maniglione per il passeggero ed il carter motore), dalle cuciture dorate e dallo stemma cromato.

Tra le altre “chicche” segnaliamo una finitura in alluminio collocata sopra il faro anteriore a diamante e la cornice in legno che circonda la strumentazione. Arriverà nelle concessionarie a gennaio 2014 e avrà un prezzo di 11.290 euro (500 euro in più per l’ABS).

Yamaha Deus Ex Machina XJR1300 Eau Rouge

La Yamaha Deus Ex Machina XJR1300 Eau Rouge è ispirata alle moto endurance degli anni ’70 e ’80: verniciata con una tecnica speciale che replica il metallo e decorata con le grafiche “speed block” del marchio nipponico, presenta numerose componenti di alta qualità come gli ammortizzatori Öhlins, le pinze Discacciati ricavate dal pieno e il cambio a bilanciere lavorato a macchina.

Yamaha Wrenchmokees Yard Built SR400 GibbonSlap

Realizzata dai preparatori danesi Wrenchmonkees in collaborazione con l’azienda tedesca KEDO, la Yamaha Yard Built SR400 GibbonSlap nasce per celebrare i 35 anni di questo modello, rilanciato in occasione della rassegna milanese. Tante le modfiche apportate alla variante “standard”: le gomme “oversize” da scrambler, lo scarico a megafono in titanio e i parafanghi in alluminio lucidati.

Da non sottovalutare, inoltre, la sella singola, il prtapacchi posteriore disegnato su misura con borse laterali morbide fatte a mano, la vernice nera opaca e il manubrio cromato.

Yamaha SR400 B.S.R.

La SR400 B.S.R. (acronimo di Boogie Single Racer) è il primo modello Yamaha del nuovo segmento Sport Classic ad essere preparato da un customizer giapponese. Ispirata al mondo delle corse sulla sabbia, è contraddistinta dal serbatoio realizzato a mano, dalla forcella Ceriani e dalle gomme extralarge.

Yamaha TCROSS Hyper Modified

La Yamaha TCROSS Hyper Modified, realizzata da Riccardo Girardelli, non è altro che uno scooter TMAX trasformato in una moto fuoristrada grazie all’aggiunta di sovrastrutture, forcella e piastre di sterzo della YZ450F.