Salone di Barcellona
  • pubblicato il 04-05-2015

Salone di Barcellona 2015: le novità presenti alla kermesse catalana

di Junio Gulinelli

37 marchi presenti con tutte le novità auto del 2015. Ecco cosa vedremo al recinto di Montjuic

Il Salone di Barcellona compie 96 anni, questa settimana si aprono le porte della kermesse catalana (che si alterna annualmente con il Salone di Madrid) presso il suggestivo recinto di Montjuic. Giovedì 7 maggio e Venerdì 8 maggio saranno le due giornate dedicate alla stampa, dopo, a partire da domenica, il Salone di Barcellona aprirà le porte ai visitatori fino al 19 maggio.

I marchi presenti?

Per ora l'organizzazione ha annunciato 37 marchi presenti: Abarth, Alfa Romeo, Aston Martin, Audi, Bentley, BMW, BYD, Citroen, Dacia, DS, Ferrari, FIAT, Ford, Honda, Hyundai, Infiniti, Jaguar, Jeep, KIA, Lancia, Land Rover, Lexus, Lotus, Maserati, Mazda, Mercedes, MINI, Mitsubishi, Nissan, Peugeot, PGO, Renault, Seat, Skoda, Smart, Suzuki e Volkswagen.

Una copertura delle novità auto attuali, sembrerebbe, molto completa. Soprattutto rispetto all'edizione passata del Salone di Barcellona 2013 rispetto alla quale, quest'anno, ci sarà una presenza dei marchi automobilistici aumentata del 72%.

Le novità più importanti del Salone di Barcellona 2015

Fiat (FCA)

Il Gruppo FCA dovrebbe essere presene in grande stile con un'area espositiva di 1.500 metri quadrati. Tra le new entry del marchio dovrebbero esserci la Fiat 500 L Urban Edition mentre per la firma del Biscione sarà la nuova Alfa Romeo 4C spider a tenere banco. In Spagna sta per debuttare in commercio la Abarth 695 Biposto che dovrebbe presenziare a Barcellona come effigie del brand dello Scorpione. L'ultima arrivata in Casa Jeep è invece la Renegade Trailhawk.

Aston Martin

Visto il recentissimo annuncio della conferma dell'imminente arrivo della prima SUV del marchio britannico, in occasione del Salone di Barcellona potremmo vedere esposta la Aston Martin DBX Concept.

BMW

Dopo due edizioni di assenza la marca bavarese ritorna a Barcellona dopo un anno ricco di nuovi lanci. Tra gli ultimi arrivi che possiamo aspettarci di vedere esposti a Montjuic ci sono senz'altro la nuova Serie 2 Gran tourer, la prima monovolume compatta a sette posti, e le rinnovate Serie 1 e Serie 6.

DS

Il Salone di Barcellona sarà un'occasione per vedere – dopo Ginevra – la marca premium del Doppio Chevron ormai completamente autonoma: DS4 e DS5 sono, per ora, le rappresentanti ultime arrivatge.

Ferrari

Visto che la Casa di Maranello è segnalata tra le presenti del salone spagnolo, ci aspettiamo di vedere la new entry della scuderia del Cavallino: la 488 GTB svelata due mesi fa a Ginevra.

Ford

Ford per la prima volta debutta quest'anno nel segmento premium con l'esclusiva gamma Vignale. Se fosse presente la nuova Mondeo Vignale potrebbe essere una grande anteprima per il Salone di Barcellona. Molto probabile, poi, la presenza della Mustang, per la prima volta dopo 50 di storia sbarcata in Europa.

Jaguar

Altra possibile anteprima europea del Salone di Barcellona potrebbe essere la Jaguar XF 2015, la nuova generazione della berlina del Giaguaro, svelata in anteprima mondiale al Salone di Shanghai.

Mercedes Benz

Vista al Salone di New York, se dovesse presenziare anche a Barcellona, la nuova Mercedes GLE (sorella razionale della GLE Coupé) sarebbe un'altra anteprima europea a debuttare in un salone internazionale nel vecchio continente.

Seat

Il marchio spagnolo gioca in casa e non perderà occasione per lanciare un anteprima mondiale: il restyling 2015 della Seat Alhambra. In progetto, poi, c'è sempre la prima SUV compatta  iberica, per ora ancora sotto forma di concept car, la 20v20.

Un'interessante vetrina internazionale

In generale il Salone di Barcellona 2015, eccetto sorprese dell'ultimo momento, non dovrebbe svelare grandissime anteprime ma sarà, comunque, una interessantissima vetrina internazionale per ripassare tutte le novità auto del 2015 e fare il punto prima di Francoforte 2015.

Salone di Barcellona 2015: le novità presenti alla kermesse catalana

L'opinione dei lettori