• pubblicato il 11-11-2011

Novità Eicma 2011, il richiamo irresistibile delle due ruote

di Francesco Irace

Che passione al 69esimo Salone del Motociclo

La crisi c'è, ma non si vede; almeno ad Eicma 2011. Il Salone del Motociclo, giunto alla sua 69esima edizione, vede trionfare la forte passione per le due ruote. Tanti, anzi tantissimi, gli amatori accorsi per guardare da vicino tutte le novità di mercato. Certo, il costo del biglietto non è proibitivo, ma se solo si butta l'occhio sui dati di vendita delle moto negli ultimi anni, il bagno di folla che invade la Fiera di Milano farebbe per un attimo pensare a tutt'altra storia.

Il fascino delle moto, si sà, colpisce un po' tutti; anche quelli che con le due ruote non hanno nulla a che fare. Ma la passione per i motori unisce, e tanto. Molti i padiglioni, tantissimi gli stand: c'é tanto da guardare, ad Eicma 2011. E c'é n'é per tutti i gusti, per “ragazzi di ogni età”.

Padiglione 2: Yamaha, MV Agusta e Harley Davidson

Si inizia subito forte: al Padiglione 2 c'é Yamaha, con il nuovo T-Max 2012 e l'anti Sh, Xenter 150; due tra le novità più attese. Poi è il momento delle sportivissime MV Agusta, unico stand da visitare all'interno. Poco distante, Harley Davidson, che incuriosisce tutti ma rapisce solo i fedeli del marchio.

Padiglione 4: Honda e Suzuki

Pochi passi (si fa per dire) e si raggiunge il Padiglione 4. Honda è presa d'assalto dai curiosi che cercano la nuova Integra, attratti anche dalle bellissime modelle che posano su Crossrunner, Crosstourer ed NC700 X/S, e non solo. Rimaniamo in Giappone, sponda Suzuki: poche novità sostanziali, nuovo il look delle supersportive GSX-R600 e 1000; e versione inedita della V-Strom Extreme.

Padiglione 6: Kawasaki, Kymco e Peugeot

Gli scooter di Kymco e Peugeot, e le coloratissime Star di LML, fanno da cornice al l'ampio stand Kawasaki, dove regna incontrastato il verde: siamo giunti al Padiglione 6. Dopo la nuova Er-6n (che questa volta sembra convincere sul serio), anticipata già da qualche settimana, è la Versys 1000 a richiamare l'attenzione di tutti: è la moto attesa da tutti gli enduristi fedeli alla Casa di Akashi.

Padiglione 10: Aprilia, Moto Guzzi e Piaggio

Il Padiglione 10 parla italiano. Aprilia mette in primo piano il nuovo maxi scooter SRV 850;  sullo sfondo la RSV4 e la Dorsoduro 1200. Moto Guzzi richiama i soliti appassionati e lo stand Piaggio si affolla soprattutto per la nuova Vespa Quarantasei.

Padiglione 14: Husqvarna, Bmw, Triumph

Nonostante non sia un marchio famosissimo, Husqvarna trionfa al Padiglione 14 con la Nuda 900, un connubio perfetto tra supermotard e naked (anche in variante travel). Ma tra le novità più attese del Salone c'è lo scooter Bmw, nelle versioni C600 Sport e C650 GT. C'è tanta gente, curiosa di carpire anche i particolari più nascosti dell'ultimo nato dalla Casa bavarese. Tanto l'interesse anche per il marchio Triumph: si prova la seduta della nuova Tiger Explorer, si da uno sguardo alla sportiva Speed Triple R e si osserva con ammirazione la suggestiva Bonneville Steve McQueen. E poi via, verso l'ultimo padiglione.

Padiglione 18: Ducati e Ktm

All'ingresso sembra esserci poco da guardare, ma l'istinto (e la mappa) ci dice di procedere. E se é vero che il dolce va servito dopo il pranzo, alla fine del percorso troviamo lo stand Ducati: benvenuti al Padiglione 18. La 1199 Panigale (presentata nelle versioni S e Tricolore) è la moto più attesa dell'evento. Rigorosamente recintata si lascia guardare e fotografare da centinaia e centinaia di appassionati: è davvero un gioiello, come avevamo anticipato. Successo quasi scontato anche per la Diavel (anche in versione AMG), per l'848 StreetFighter e per i nuovi colori di Multistrada e Hypermotard. Chiude i giochi Ktm, con la nuova 690 Duke e la simpaticissima 200 Duke.

Tanti altri i marchi presenti, dagli scooter elettrici alle case d'abbigliamento, passando per il tuning. E nell'area esterna, eventi e manifestazioni per tutti i gusti. Insomma c'è tanto da vedere, ad Eicma 2011. Il week end è appena cominciato...

Novità Eicma 2011, il richiamo irresistibile delle due ruote

L'opinione dei lettori