• pubblicato il 07-11-2014

Eicma 2014, sull'Italia un temporale di supersportive

di Francesco Irace

Case italiane e straniere hanno puntato i riflettori sulle supersportive da urlo

Eicma 2014 ha aperto ieri le porte al pubblico e si appresta a vivere oggi la sua giornata più lunga (con accesso gratuito alle donne). 

Di sicuro quest’edizione di Eicma, la 72esima per la precisione, ha visto trionfare le moto supersportive.

Tutte le Case, quasi per farsi un dispetto l’una con l’altra (si scherza), hanno fatto a sportellate svelando supersportive da urlo con potenze strabilianti (sulla cui utilità poi magari parleremo in un altro articolo). Andiamo a vederle una per volta. 

Yamaha R1 e R1M

Yamaha ha svelato a Eicma 2014 le nuove R1 e R1M. E per farlo si è servito di piloti dal calibro di Valentino Rossi e Jorge Lorenzo, che hanno accompagnato le nuove nate sul palco della conferenza stampa.

La prima è destinata all’uso in strada e l’altra all’uso in pista. Montano entrambe un motore 4 cilindri fronte marcia crossplane da 998 cc e 200 CV sviluppato con tecnologie derivate dalla M1, 179 kg di peso a secco.

Ducati 1299 Panigale

Con la 1299 Panigale Ducati sbanca Eicma 2014. Si tratta della versione potenziata della già nota 1199. Pesa solo 166,5 kg a secco e monta un nuovo motore Superquadro da 1.285 cc che genera una potenza di 205 CV a 10.500 giri e una coppia di 144,6 Nm a 8.750 giri.

Kawasaki H2

A Eicma 2014 Kawasaki ha invece portato la H2 alter ego stradale della mostruosa H2R vista a Colonia: monta lo stesso telaio (tubi d’acciaio ad alta resistenza), le stesse sospensioni (KYB), lo stesso ammortizzatore di sterzo elettronico Öhlins e gli stessi freni Brembo. Il motore genera 200 CV anziché 310. Il peso è di 238 kg di peso a secco. 

Aprilia RSV4 RR

Aprilia svela a Eicma 2014 la nuova RSV4 RR, evoluzione più importante della storia della gamma che eredita le soluzioni tecniche direttamente dalla SBK del neo campione del mondo Guintolì.

Gli oltre 200 CV, gestiti dall'Aprilia Performance Ride Control, la rendono una sorta di replica stradale della versione da corsa. A Eicma è presente anche la serie limitata RF, caratterizzata da una livrea con i colori storici del marchio.

Honda RC213V-S

Honda partecipa alla “gara d’appalto” di Eicma 2014, ma lo fa solo in parte per certi versi. Perchè svela sì la sua supersportiva – veramente da urlo – RC213V-S, ma al momento si tratta solo di un prototipo realizzato dal reparto corse Honda in collaborazione con il team del marchio giapponese specializzato in ricerca e sviluppo. In sostanza si tratterebbe della moto di Marc Marquez con frecce e targa.

Eicma 2014, sull'Italia un temporale di supersportive

L'opinione dei lettori