EICMA 2017

Bosch a Eicma 2017: il futuro delle due ruote

Le tecnologie future e attuali pensate per i fruitori di moto, scooter e non solo

Bosch si presenta a Eicma 2017 con un enorme bagaglio di soluzioni tecnologiche pensate per le moto del futuro. Per capire pienamente di cosa stiamo parlando, partiamo da un dato: nel 2025 il 70% dei veicoli a due ruote sarà connesso e ciascuno dialogherà costantemente con qualsiasi mezzo in movimento attraverso lo standard WLAN pubblico (ITS G5). Tempi di trasmissione di pochi millisecondi permetteranno ad automobilisti e motociclisti di generare e trasmettere importanti informazioni relative alla situazione del traffico in tempo reale. Il risultato sarà una decongestione del traffico e, soprattutto, una consistente diminuzione degli incidenti stradali.

Integrated Connectivity Cluster

A fare da interfaccia ci penserà il nuovo sistema Connected Horizon che lavorerà in modo coordinato ma separato con la strumentazione Integrated Connectivity Cluster e fornirà delle indicazioni audio al motociclista, avvisandolo di eventuali ostacoli invisibili, fornendo in tempo reale informazioni su limiti di velocità, aree di pericolo, zone interessante da ingorghi, cantieri o incidenti. Sarà disponibile una nuova funzione di navigazione alla quale si affianca anche l’intrattenimento (gestione delle telefonate e così via).

Sistemi di sicurezza già presenti sulle moto

Inoltre ad Eicma 2017 Bosch ha sottolineato quanti siano attualmente i sistemi di sicurezza utilizzati dalle moto già presenti sul mercato. Dal sistema di ABS (il 10 è l’ultima evoluzione), talvolta con funzione cornering, fino al Motorcycle Stability Control, con le piattaforme inerziali sempre più evolute. Un esempio più recente di una funzione a valore aggiunto introdotta da Bosch è il controllo della derapata in frenata, che ottimizza le prestazioni del controllo dinamico del veicolo in tutte le situazioni di guida, analizzando i dati chiave specifici per i veicoli a due ruote quali l’angolo di inclinazione, l’angolo di slittamento laterale del veicolo e la decelerazione. La funzione, sviluppata appositamente per l’utilizzo in pista, entrerà nella produzione di serie con la nuova Ducati Panigale V4 nel 2018.

ABS per eBike e propulsori elettrici

Per quanto riguarda infine la mobilità eco-sostenibile, Bosch annuncia l’arrivo del primo ABS per eBike (che dovrà ridurre gran parte degli incidenti), e conferma l’impegno nella realizzazione di sistemi di propulsione elettrica sempre più efficienti e performanti.