EICMA 2017

Eicma, le 5 novità più belle attese nel 2018

Abbiamo selezionato cinque moto tra quelle presentate in questa edizione di Eicma

di Francesco Irace -

Il sipario di Eicma 2017 è calato ed è giunto il momento di tirare le somme. Di novità ce ne sono state tante ma proviamo a tracciare una top 5 in attesa di conoscere quali altri secondo voi sono i modelli che meriterebbero di stare “in classifica”. Tra queste non c’è una vincitrice o un podio, le elenchiamo in ordine sparso, considerandole tutte sullo stesso piano.

Honda CB1000R

Con quel design accattivante, a metà tra futuro e passato, ha stregato tutto il pubblico di Eicma. Promette anche performance esaltanti e sarà proposta sicuramente ad un prezzo contenuto. Il motore eroga 20 CV in più per un totale di 145 CV e 104 Nm e c’è nuova gestione elettronica del gas Throttle by Wire con 4 Riding Mode di cui uno completamente personalizzabile. Degna di nota anche la CB1000R+ con Quickshifter di serie e con dettagli che impreziosiscono lo stile.

Ducati Panigale V4

Qualcuno direbbe che a Ducati piace vincere facile, presentando ogni volta un’evoluzione sempre meglio riuscita della loro supersportiva di punta. La V4 Panigale conserva il design della 1299 e si rifà leggermente il trucco. Ma soprattutto adotta ora un nuovo motore a quattro cilindri capace di raggiungere una potenza di 214 CV (fino a 226 con lo scarico Akrapovic realizzato ad hoc) e si preannuncia più facile da guidare. Ha un’elettronica al top e una ciclistica da superbike.

Yamaha Niken

È sicuramente un modello che fa discutere. Molti puristi hanno storto il naso di fronte a una moto a tre ruote. Io invece, che sono tendenzialmente sempre per il progresso (preferisco le cose nuove a quelle datate) trovo questa scommessa molto interessante. È chiaro che anche da un punto di vista estetico bisogna dare il tempo a occhi e cervello per abituarsi a queste nuove forme, così come ci sarà bisogno di fare qualche km per capire come si guida. Ma dopo, ne sono certo, ci sarà solo da divertirsi.

Kawasaki Z900RS

Ha un fascino notevole, cattura anche chi non è propriamente appassionato di quel genere di moto. È classica e moderna allo stesso tempo e non stona per nessun particolare estetico. Nasce sulla base della naked molto apprezzata dal pubblico ed ha tante carte da giocarsi in una categoria sempre più affollata.

KTM 790 Duke

Ha debuttato in veste definitiva ad Eicma 2017 e si preannuncia una moto estremamente divertente pur non essendo estrema (anzi). La 790 Duke è a metà strada tra la 690 Duke e la potentissima 1290 Duke. Pesa 169 kg ed è spinta da un motore bicilindrico a quattro tempi DOHC capace di erogare una potenza di 105 CV.