Francoforte 2015: le foto

Mercedes al Salone di Francoforte 2015

Due sportive (classe C Coupé e classe S Cabrio), una SUV (la GLC) e una concept (la IAA)

Uno stand immenso caratterizzato da scenografie mozzafiato e quattro anteprimeGLC, classe C Coupéclasse S Cabrio e Concept IAA – da leccarsi i baffi: ecco a voi il Salone di Francoforte 2015 secondo Mercedes. Il marchio della Stella – galvanizzato dal fatto di giocare in casa – ha fatto proprio le cose in grande quest’anno.

Mercedes GLC

La Mercedes GLC – erede della GLK contraddistinta da forme più arrotondate e regina dello stand della Stella a Francoforte 2015 – è una SUV basata sul pianale della berlina classe C. Prezzi da 47.940 euro e tre motori sovralimentati al lancio: un 2.0 a benzina da 211 CV e due 2.1 diesel da 170 e 204 CV.

Mercedes classe C Coupé

La Mercedes classe C Coupé ha uno stile che ricorda quello della sorella maggiore classe S Coupé e arriverà nelle concessionarie il prossimo inverno con otto motori: sei a benzina (1.6 da 156 CV, 2.0 da 184, 211 e 245 CV e 4.0 V8 AMG da 476 e 510 CV) e un 2.1 turbodiesel da 170 e 204 CV.

Mercedes classe S Cabrio

Poche scoperte sanno essere esclusive come la Mercedes classe S Cabrio: la variante scoperta della sportiva più raffinata della Stella – una delle auto più ammirate del Salone di Francoforte 2015 – ha una capote in grado di aprirsi o chiudersi in 20 secondi fino ad una velocità di 60 km/h e presenta un listino di optional ricco di “chicche” come i braccioli riscaldabili. Due i motori V8 disponibili al lancio: un 4.7 da 455 CV e un 5.5 AMG da 585 CV.

Mercedes Concept IAA

Basta premere un pulsante o attendere che si raggiunga la velocità di 80 km/h per vedere la Mercedes Concept IAA – prototipo di coupé a quattro porte con un abitacolo che riprende le linee già viste su classe S e classe S Coupé – nell’auto più aerodinamica del mondo. Dalla coda fuoriescono otto segmenti che la prolungano di 39 cm, i flap nel paraurti anteriore si spingono di 2,5 cm verso l’esterno e di 2 cm verso l’interno migliorando il movimento dell’aria nel frontale e nella zona dei passaruota anteriori, la curvatura dei cerchi attivi passa da 5,5 cm a zero e la lamella nel paraurti anteriore si spinge di 6 cm verso la parte posteriore migliorando il flusso aerodinamico nel sottoscocca.