• pubblicato il 29-01-2016

BMW 225xe e 330e: le nuove ibride plug-in bavaresi

di Junio Gulinelli

La Casa bavarese svela le nuove eDrive della gamma con consumi sotto i 2l/100 km 

eDrive è la denominazione della nuova gamma BMW dotata di tecnologia ibrida plug-in. Inizialmente pensata per le BMW “i”, dopo l'esperienza accumulata, la Casa bavarese decide di esportarla a tutto il resto della gamma, ora anche alle Serie 3 e Serie 2 Active Tourer. Dopo la BMW X5 xDrive 40e nascono così le nuove 225xe e 330e.

L'uso di materiali leggeri, la tecnologia BMW TwinPower Turbo, l'ottimizzazione dell'aerodinamica o la possibilità di guidare in modalità elettrica saranno le caratteristiche distintive della nuova gamma eDrive.

Questa tecnologia comprenderà nella maggior parte dei casi un motore elettrico, una batteria ad alto voltaggio agli ioni di litio, un sistema di gestione intelligente dell'energia e la possibilità di combinare motori a benzina da 3 e 4 cilindri, sia con la classica trazione posteriore di BMW che con il sistema 4x4 xDrive o con la nuova trazione anteriore introdotta proprio con la Serie 2 Active Tourer.

In ogni caso le BMW eDrive avranno tutte la possibilità di selezionare la modalità di guida: MAX Drive (100% elettrico), Save Battery (per mantenere lo stato di ricarica della batteria) e S (per disporre della massima potenza del powertrain ibrido).

BMW 225xe

La nuova BMW 225xe sarà la prossima ibrida BMW ad arrivare sul mercato, la produzione inizierà entro la fine dell'anno a Leipzig e, almeno in Germania, sarà commercializzata ad un prezzo di circa 37.800 euro. SI tratta della variante ibrida plug-in della Serie 2 Active Tourer equipaggiata con il 3 cilindri da 1,5 litri e 136 CV abbinato ad un propulsore elettrico da 88 CV.

Con una potenza massima di 224 CV, la nuova BMW 225xe dichiara consumi di appena 2l/100 km e un'autonomia in modalità elettrica al 100% di 41 km/h (in modalità EV la velocità massima è di 125 km/h). L'accelerazione da 0 a 100 km/h viene coperta in 6,7 secondi e la velocità massima è 202 km/h. La trasmissione è affidata al cambio Steptronic a sei rapporti. In modalità ibrida la BMW 225xe funziona a trazione anteriore mentre in modalità elettrica è spinta dal treno posteriore ma la si potrà avere anche con trazione integrale xDrive.

La batteria agli ioni di litio si ricarica sia in marcia che collegando l'auto a una presa di corrente domestica o wallbox. In quest'ultimo caso i tempi di ricarica sono di 2 ore e un quarto o 3 ore e un quarto a seconda della presa di corrente.

In quanto a spazi, l'unica differenza tra la BMW Serie 2 Active Tourer tradizionale e la 225xe sta nel sedile posteriore, rialzato di 30 mm per fare spazio alle batterie. La capacità di carico del portabagagli rimane quindi invariata, di 400 litri.

BMW 330e

Praticamente insieme alla 225xe arriverà anche la nuova BMW 330e, versione ibrida della Serie 3. Il suo powertrain sarà costituito da un motore 4 cilindri da 2,0 litri e 184 CV abbinato ad un motore elettrico da 88 CV. La trazione in questo caso sarà esclusivamente posteriore e la trasmissione affidata al cambio Steptronic ad otto rapporti.

La potenza complessiva ammonterebbe a ben 252 Cv ma i consumi sarebbero addirittura inferiori a quelli della Serie 2 Active Tourer ibrida, pari a 1,9l/100 km con un'autonomia elettrica di 40 km (anche in questo caso con velocità massima di 125 km/h). L'autonomia combinata sarebbe invece di 600 km mentre le prestazioni rivelano uno scatto da 0 a 100 km/h in 6,1 secondi e 225 km/h di velocità massima.

La batteria agli ioni di litio ad alto voltaggio da 7,6 kWh si trova sotto il pianale del portabagagli della BMW 330e con tempi di ricarica uguali a quelli della 225xe.

BMW 225xe e 330e: le nuove ibride plug-in bavaresi

L'opinione dei lettori