• pubblicato il 01-03-2016

Porsche 718 Boxster e 911 R al Salone di Ginevra 2016

Una nuova "entry-level" a 4 cilindri e un mito aspirato con cambio manuale prodotto in meno di 1.000 esemplari

Lo stand Porsche ha regalato tante emozioni ai visitatori del Salone di Ginevra 2016. Merito delle due sexy anteprime mondiali svelate dalla Casa di Zuffenhausen: la 718 Boxster e la 911 R.

Porsche 718 Boxster

La 718 Boxster mostrata al Salone di Ginevra 2016 rappresenta una rivoluzione in casa Porsche: la nuova spider “entry-level” del marchio tedesco monta un motore boxer sovralimentato a quattro cilindri più potente e in grado di offrire consumi più contenuti rispetto ai propulsori a sei cilindri aspirati.

Due le versioni: la 718 Boxster normale (prezzo di 56.213 euro) ospita un propulsore 2.0 da 300 CV e 380 Nm di coppia mentre la 718 Boxster S (69.176 euro) è spinta da un 2.5 da 350 CV e 420 Nm con turbina a geometria variabile.

La Porsche 718 Boxster con cambio PDK a doppia frizione (optional) e pacchetto Sport Chrono accelera da 0 a 100 chilometri orari in 4.7 secondi e raggiunge una velocità massima di 275 km/h. La 718 Boxster S risponde con 285 km/h e con uno “0-100” da 4,2 secondi.

Caratterizzata da un design più aggressivo rispetto a prima, presenta tra gli optional il telaio PASM (Porsche Active Suspension Management) con carrozzeria ribassata di 1 cm (2 per la S).

Porsche 911 R

La Porsche 911 R presentata al Salone di Ginevra 2016 punta a diventare la supercar più desiderata dai “porschisti” duri e puri. Arriverà ufficialmente a maggio, pesa solo 1.370 kg (merito dell’eliminazione dei sedili posteriori, della radio e del climatizzatore e della presenza di carbonio e magnesio) e monta un motore 4.0 a sei cilindri contrapposti aspirato da 500 CV (a 8.250 giri) in grado di generare una coppia di 460 Nm (a 6.250 giri). Una belva che predilige gli alti regimi, insomma.

Costruita in soli 991 esemplari, ricorda nello stile la GT3 ma il cambio è un manuale a sei marce e lo spoiler posteriore non è fisso ma a scomparsa. Le prestazioni? Da urlo: 323 km/h di velocità massima e 3,8 secondi per accelerare da 0 a 100 chilometri orari.

Il piacere di guida a bordo della Porsche 911 R è garantito anche dal differenziale autobloccante posteriore meccanico, dall’asse posteriore sterzante, dai freni carboceramici (con dischi anteriori da 410 mm e posteriori da 390 mm) e dai cerchi fucinati da 20” monodado.

Ginevra 2016: tutte le foto

Ginevra 2016: le foto
Ginevra 2016: le foto
Ginevra 2016: le foto
Ginevra 2016: le foto
Ginevra 2016: le foto
Ginevra 2016: le foto
Ginevra 2016: le foto
Ginevra 2016: le foto
Ginevra 2016: le foto
Ginevra 2016: le foto
Ginevra 2016: le foto
Ginevra 2016: le foto
Ginevra 2016: le foto
Ginevra 2016: le foto
Porsche 718 Boxster e 911 R al Salone di Ginevra 2016

L'opinione dei lettori