• pubblicato il 15-11-2016

Jaguar I-Pace: zero emissioni anche per il Giaguaro

di Junio Gulinelli

Al Salone di Los Angeles debutta la prima elettrica della Casa inglese. Sportiva, razionale e iper-tecnologica

La Jaguar I-Pace arriverà sul mercato nel 2018 e rappresenterà il fiore all'occhiello della tecnologia della Casa inglese. Il fatto che sarà spinta da un powertrain elettrico passerà quasi in secondo piano, visto che sarà dotata delle tecnologie più avanzate del momento, tali da far sembrare una Tesla quasi obsoleta... Almeno questo è quanto traspare dalle prime fotografie e informazioni rilasciate da Jaguar in occasione del Salone di Los Angeles 2016. Ecco i 5 pilastri che rendono la nuova Jaguar I-Pace un prototipo così speciale:

Una fusione di due segmenti

Tanto per cominciare la Jaguar I-Pace non è né un semplice SUV né una semplice sportiva e né una semplice elettrica. È tutte e tre le cose insieme. Prestazioni elevate e spazio in abbondanza si fondano su una piattaforma pensata per un sistema di propulsione a emissioni zero. Insomma gli ingegneri Jaguar sono partiti da zero per creare un prodotto fuori dagli schemi, anticonvenzionale. Un progetto, va detto, non facile da realizzare visto che una piattaforma specifica per un'auto elettrica – con lo spazio da ricavare per le batterie e i motori elettrici - di per sé influenza, e non poco, il design di un'automobile. Certo è che le linee di questa che per ora è una concept car, saranno smussate nel percorso che la porterà alla produzione.

Prestazioni da vera sportiva, autonomia da best in class

Per competere con l'ormai vasta concorrenza nel segmento delle elettriche, un buon prodotto da piazzare sul mercato come riferimento non può non garantire prestazioni elevate e soprattutto autonomia più che estesa. Gli ingegneri Jaguar ci hanno provato realizzando un sistema m di motori elettrici distribuiti su entrambi gli assi in modo da garantire una trazione integrale con una potenza totale di ben 400 CV, sufficienti a farla scattare da 0 a 100 km/h in 4 secondi netti. Un valore da vera sportiva senza compromessi. Ma, cosa ancora più importante, grazie alle batterie da 90 kWh, la Jaguar I-Pace sarà in grado di percorrere fino a 500 km (omologazione NEDC) con una sola ricarica.

Minimalismo e iper tecnologia: ecco gli interni

Un altro dei punti rispetto ai quali Jaguar ha voluto mostrare le sue migliori carte è il design degli interni. L'abitacolo della I-Pace schiera una serie di schermi digitali tra cui il quadro strumenti da 12 pollici e altri due touch screen posizionati al centro della plancia, uno da 12 pollici, l'altro da 5 pollici che servirà da interfaccia per sportarsi all'interno dei vari menù del sistema multimediale.

Razionalità al primo posto

Secondo Jaguar un'auto elettrica non è razionale solo rispetto alla sua efficienza. La praticità è un'altro elemento imprescindibile. Per questo, a fronte di proporzioni compatte (con 4,68 metri di lunghezza e 1,98 metri di larghezza è più compatta della F-Pace), la Jaguar I-Pace offrirà spazio sufficiente ad ospitare 5 passeggeri e un portabagagli da 530 litri di capienza. Non male considerando lo spazio necessariamente dedicato alle batterie e ai motori elettrici.

Pronta (quasi) per la produzione

Per quanto avanzata e tecnologica possa sembrare, la nuova Jaguar I-Pace concept è in realtà un progetto in fase molto avanzata, tant'è vero che la Casa d'Oltremanica conta di portarla nelle concessionarie già nel 2018, quindi tra poco più di un anno. 

Jaguar I-Pace: zero emissioni anche per il Giaguaro

L'opinione dei lettori