Motor Show 2014

Motor Show Bologna: le auto che hanno fatto la storia

Le dieci anteprime mondiali più significative viste nella rassegna emiliana

Il Motor Show è nato ufficialmente nel 1976 ma può essere considerato un vero Salone dell’auto solo dal 1985, anno in cui le Case automobilistiche hanno cominciato a scegliere Bologna per mostrare al pubblico le novità più interessanti.

Di seguito troverete le dieci auto che hanno fatto la storia della rassegna emiliana: le dieci anteprime mondiali che hanno conquistato gli automobilisti partendo dalla fiera felsinea.

Motor Show Bologna: le auto che hanno fatto la storia

Fiat Croma (1985)

Il 1985 non è solo l’anno di nascita del mitico Memorial Bettega (gara di rally che vede la partecipazione dei piloti più forti in circolazione) ma anche quello nel quale il Motor Show si trasforma in un Salone vero e proprio. Merito della Fiat, che decide di mostrare a Bologna – in anteprima assoluta – la sua ultima ammiraglia: la Croma.

Fiat Coupé (1993)

La Coupé del 1993 è una delle Fiat più belle e originali di sempre: disegnata da Chris Bangle e assemblata da Pininfarina, impiega pochissimo tempo per sedurre i giovani visitatori del Motor Show.

Seat Cordoba (1993)

La prima serie della Seat Cordoba, presentata nel 1993, non è un’auto particolarmente affascinante (non è altro che la variante con la coda della seconda generazione della Ibiza) ma è la prima vettura straniera completamente nuova ad essere presentata in anteprima mondiale al Motor Show di Bologna.

Alfa Romeo 146 (1994)

In un’edizione del Motor Show – quella del 1994 – ancora in lutto per la morte di Ayrton Senna (avvenuta proprio a Bologna pochi mesi prima) l’Alfa Romeo svela al mondo la 146, compatta erede della 33 e variante a cinque porte della 145.

MG F (1995)

La risposta britannica alla Mazda MX-5, la MG F (trazione posteriore e motore centrale, l’ideale per chi vuole divertirsi alla guida), vede la luce in occasione della 20° edizione del Motor Show di Bologna: quella del 1995.

Volvo V70 (1996)

La prima Volvo V70 che debutta al Motor Show di Bologna del 1996 non è altro che un profondo restyling della 850 SW ma inaugurerà una dinastia di station wagon svedesi arrivata alla terza generazione.

Volkswagen Golf Plus (2004)

Dal 2002 (primo anno senza il Salone di Torino) il Motor Show resta l’unico evento motoristico italiano: le Case tornano a mostrare a Bologna anteprime mondiali e una delle più interessanti è indubbiamente la Volkswagen Golf Plus, variante monovolume della compatta più amata dagli italiani svelata nel 2004.

Fiat Sedici (2005)

Per il debutto nel segmento delle piccole SUV con la Sedici (gemella della Suzuki SX-4 disegnata da Giorgetto Giugiaro) la Fiat sceglie il Motor Show di Bologna del 2005.

Toyota Auris (2006)

Con la Auris, presentata al Motor Show del 2006, la Toyota abbandona (almeno in Italia) il nome Corolla e le forme razionali per uno stile più ricercato. In occasione del restyling arriva anche la tecnologia ibrida.

DR dr5 (2006)

La DR dr5, nata nel 2006 e mostrata al Motor Show di Bologna, ebbe un discreto successo nella seconda metà dello scorso decennio grazie soprattutto al suo prezzo basso. Il momento d’oro della SUV “low-cost” cino-molisana terminò con l’arrivo della Dacia Duster, altrettanto economica ma più affidabile.


Motor Show: la storia

Motor Show, la storia: 1985-1987

Grazie alle anteprime mondiali la rassegna bolognese si trasforma (quasi) in un vero Salone

Personaggi

Gianni Agnelli e le automobili

Storia a quattro ruote dell'Avvocato, scomparso dieci anni fa

Le auto che hanno fatto la storia del Motor Show di Bologna

F e TF, la storia dell’ultima spider MG

Volvo V70, la storia della mitica wagon svedese

Golf Plus e Touran, la storia delle monovolume compatte Volkswagen

Top Five Usato: SUV turbodiesel, quale scegliere

SUV benzina a trazione anteriore: Mini Countryman davanti a tutte