• pubblicato il 22-11-2012

Motor Show, la storia: Parte 5 - 1991-1992 - Un Salone in piena regola

di Marco Coletto

Tante novità alla rassegna bolognese

1991

Il Motor Show di Bologna, inaugurato da Ayrton Senna, diventa un Salone a tutti gli effetti: debuttano gli stand Mercedes e Bugatti e l'unica grande Casa che manca all'appello è la Ford. Lo stand Peugeot ospita, come l'anno prima, un campo da tennis in miniatura.

Le gare automobilistiche in programma sono tantissime: Jean Alesi, pilota Ferrari, guida una Lancia Delta Integrale nel Memorial Bettega di rally, Jacques Villeneuve si aggiudica il trofeo di Formula 3000 e anche le vetture elettriche danno vita a sfide emozionanti. Tra i piloti del Circus presenti come ospiti segnaliamo Riccardo Patrese e la seconda guida della Rossa Ivan Capelli.

Anche gli amanti delle due ruote possono ritenersi soddisfatti grazie alla presenza di due interessanti confronti: la sfida Europa-USA di motocross e il duello in minimoto tra i due Campioni del mondo delle classi 125 e 250 (Loris Capirossi e Luca Cadalora).

1992

Tra le anteprime mondiali nel settore auto (che può vantare 28 milioni di mezzi circolanti in Italia) troviamo le BMW 520i e 318i Coupé Individual (versioni personalizzabili di modelli già esistenti) e la Ferrari 348 Challenge, variante destinata a chi vuole cimentarsi nei campionati monomarca. Per quanto riguarda gli stand debuttano Pininfarina e Italdesign mentre la Nissan affitta un intero padiglione per celebrare la Micra, vincitrice del premio Auto dell'Anno.

Gli spazi destinati alle gare (che hanno una capienza di 76.000 posti) non vengono più utilizzati solo nel weekend. Tra le competizioni più interessanti segnaliamo la sfida Italia-Inghilterra di Formula 1 (con Dallara, Lotus, March e Minardi) vinta da Johnny Herbert al volante della Lotus e il Trofeo Cinquecento con i ciclisti al volante (Gianni Bugno, Mario Cipollini, Francesco Moser e Beppe Saronni, giusto per citare qualche nome) conquistato dal "pistard" Claudio Golinelli.

Da non sottovalutare inoltre, per quanto concerne le due ruote, il match Italia-USA di motocross (corredato da una prova tutta al femminile) e la gara Superbike con Max Biaggi, Loris Capirossi e Loris Reggiani.

Motor Show, la storia: Parte 5 - 1991-1992 - Un Salone in piena regola

L'opinione dei lettori