• pubblicato il 16-08-2016

Infiniti: a Parigi il primo motore VC-T

di Junio Gulinelli

La Casa giapponese sarà la prima a introdurre sul mercato la tecnologia con rapporto di compressione variabile 

Al prossimo Salone di Parigi 2016 Infiniti svelerà in anteprima mondiale il primo motore con rapporto di compressione variabile che, stando a quanto anticipato dalla Casa nipponica, arriverà sul mercato nel 2018.

Questa nuova famiglia di propulsori, che prenderà il nome di VC-T, sfrutterà quest'inedita tecnologia per offrire prestazioni da motore a benzina di grande cilindrata con consumi da diesel. È dal 1998 che il brand giapponese sta lavorando a questo tipo di tecnologia, così come anche altre Case come Honda, Saab o Peugeot ma, almeno fino ad ora, nessuno era arrivato alla produzione.

Secondo i primissimi dati rilasciati da Infiniti, il motore VC-T sarà un quattro cilindri con 2 litri di cilindrata, a iniezione diretta di benzina e sovralimentato attraverso un unico turbo compressore. Andrà a sostituire in listino il V6 da 3,5 litri e offrirà una potenza di 270 CV e una coppia di 310 Nm.

Nello specifico il sistema sviluppato da Infiniti modifica la corsa del pistone nel suo movimento alternativo, variando così la cilindrata di ogni pistone e la relazione di compressione. Infiniti assicura, infatti, che il motore VC-T sarà in grado di lavorare con rapporti di compressione compresi tra 8:1 a 14.1.

Rispetto all'efficienza, la firma premium del marchio Nissan assicura consumi equivalenti ad un turbodiesel della stessa cilindrata, oltre ad un sound simile a quello di un V6, proprio come quello che andrà a rimpiazzare a partire dal 2018.

Infiniti: a Parigi il primo motore VC-T

L'opinione dei lettori